Cinquanta milioni di euro per le aree svantaggiate del Cilento

Infante viaggi

Si è tenuto nel pomeriggio di oggi a Vallo della Lucania l’incontro tra i ventinove sindaci dei comuni del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni. La Regione ha individuato le aree svantaggiate alle quali destinerà circa 50 milioni di euro grazie ad un intervento ministeriale. «Il futuro di questo territorio é nelle vostre mani – hanno affermato i funzionari della Regione – speriamo che tutto vada per il verso giusto». L’associazione è stata formata e ora i sindaci dovranno individuare i membri che andranno a formare il comitato tecnico e il comune capofila. Due i più accreditati: Vallo della Lucania e Roccadaspide. Il 2 aprile i sindaci si incontreranno di nuovo. Dell’associazione fanno parte le amministrazioni di Aquara, Bellosguardo, Campora, Cannalonga, Castel San Lorenzo, Castelcivita, Castelnuovo Cilento, Ceraso, Controne, Corleto Monforte, Felitto, Gioi Cilento, Laurino, Magliano Vetere, Moio della Civitella, Monteforte Cilento, Novi Velia, Orria, Ottati, Perito, Piaggine, Roccadaspide, Roscigno, Sacco, Salento, Sant’Angelo a Fasanella, Stio, Valle dell’Angelo, Vallo della Lucania.

  • Assicurazioni Assitur

©Riproduzione riservata

Assicurazioni Assitur