Cattura 30 uccellini nel Parco del Cilento: bracconiere denunciato

Alle prime ore dell’alba un bracconiere proveniente da Torre Annunziata ha trovato spazio utile in località ‘Campo’ del comune di Sant’Arsenio, zona in cui il cardellino è particolarmente presente. Appena individuato il fondo utile si è sistemato con tutta l’attrezzatura trasportata dal napoletano e ha azionato a distanza il sistema trappola per la cattura. Le guardie del Wwf di Salerno, in zona per una perlustrazione, in seguito ad una segnalazione si sono appostate per osservare l’uomo e hanno richiesto immediatamente supporto e collaborazione al comando Forestale di Polla.

La Forestale di Polla è intervenuta con il Wwf per bloccare l’uomo e la cattura degli uccellini imbracati con filo e ganci e legati. Gli esemplari, più di 30 cardellini, sono stati soccorsi e curati dal personale medico dell’unità operativa veterinaria dell’Asl. La maggior parte dei cardellini sono stati liberati, mentre per alcuni si è reso necessario il trasferimento al centro recupero animali selvatici di Napoli per i trattamenti e le cure del caso. Oltre ai 30 cardellini sono state sequestrate gabbie, attrezzature per il fissaggio e di diversi metri quadri di reti da cattura, e in più un richiamo acustico elettromagnetico-elettromeccanico con amplificatore di suono e una memory card. Il bracconiere, I.G. di 60 anni, è stato denunciato alla procura della Repubblica del tribunale di Lagonegro che ora dovrà esprimersi sulla convalida del sequestro. A detta della Forestale «le specie catturate, sul mercato clandestino, stante il considerevole quantitativo, avrebbero comportato l’introito di un valore che si aggira dai 15 ai 20 mila euro».

©Riproduzione riservata