• Home
  • Cronaca
  • E’ allarme banconote false nel Vallo di Diano: preso un giovane

E’ allarme banconote false nel Vallo di Diano: preso un giovane

di Luigi Martino

L’allarme viene lanciato dai commercianti che chiedono maggiori controlli ai colleghi quando vengono pagati in contanti e soprattutto con banconote dal taglio di 20 e 50 euro. Molti di loro sono stati costretti ad avvisare la compagnia dei carabinieri di Sala Consilina che si è già mobilitata per cercare di arrestare il fenomeno in breve tempo. I carabinieri, infatti, hanno già fermato a San Pietro al Tanagro un giovane mentre versava nelle casse di un supermercato una banconota da 20 euro falsificata.

Intanto i cittadini sono  invitati ad  adottare alcune regole molto semplici e alla portata di tutti per tutelarsi, al momento in cui si ricevono delle banconote come, per esempio, controllarle personalmente  sotto gli occhi di chi le  consegna e di avvisare immediatamente le forze dell’ordine nel caso si ravvisassero delle anomalie. L’Ascom, dal canto suo, ha già provveduto sull’intero territorio nazionale ad invitare  tutti gli esercenti pubblici a dotarsi di macchinette adatte a stabilire se le banconote sono contraffatte.

I carabinieri, inoltre, sono già a lavoro per cercare di risalire agli «spacciatori» di tagli falsi di denaro. Pare, infatti, che le banconote fasulle che circolano nel Vallo di Diano provengano dall’hinterland napoletano. Sarebbero alcuni giovani a rifornirsi dei tagli per poi rivenderli a basso prezzo su tutto il comprensorio.

©
Twitter @martinoluigi92

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019