Orria, imprenditore dorme e i ladri lo narcotizzano: poi scappano con la sua auto e 100 mila euro

Da Capaccio al golfo di Policastro una raffica di furti si abbatte sul Cilento da alcune decine di giorni. Locali commerciali, magazzini e abitazioni private sono le «prede» preferite di chi si aggira di notte per cacciare oro, gioielli e contanti. Tre gli episodi più significativi dell’ultima settimana. Il primo a Castellabate dove una banda di ladri hanno preso d’assalto una pescheria. Il furto è avvenuto di giorno. I malviventi si sono introdotti all’interno del locale commerciale portando via l’incasso della giornata. Il proprietario dell’esercizio ha esposto denuncia presso la locale caserma dei carabinieri, ma fin’ora nessun riscontro. Le indagini continuano, come continuano quelle per acciuffare i ladri che l’altra notte hanno distrutto il portone d’ingresso di una ferramenta di via Italia a Capaccio per rubare tre gruppi elettrogeni. Le forze dell’ordine parlano di furto commissionato e tra le mani degli inquirenti, al momento, ci sono le immagini delle videocamere di sorveglianza. Il bottino si aggira intorno ai 5mila euro.

Quello più brutale e dal bottino maggiormente cospicuo, invece, è avvenuto a Piano Vetrale, frazione di Orria. Due ladri, forse tre, si sarebbero introdotti all’interno di una abitazione privata ubicata lontana dalla piazza del paese. I malviventi, secondo una ricostruzione fornita dagli inquirenti, avrebbero narcotizzato il proprietario con una bomboletta spray mentre dormiva. L’immobile è di un imprenditore del posto. I ladri hanno rubato soldi, gioielli e poi sono fuggiti a bordo della automobile parcheggiata all’esterno. Anche qui indagini in corso da parte dei carabinieri.

©Riproduzione riservata
Twitter @martinoluigi92