Allarme scuola nel salernitano, crolla numero iscritti: 200 insegnati rischiano il posto

Troppi insegnanti, il Governo pensa ai tagli nelle scuole del salernitano. Sarebbero quasi duecento i maestri e i professori «di troppo» nelle scuole materne, elementari e medie della provincia di Salerno. Le cattedre diminuiscono e servono sempre meno insegnanti. Una beffa per tanti insegnanti di lungo corso che da settembre prossimo dovranno fare i conti con la condizione di pendolari anche in provincia. L’allarme è scattato dopo una prima stima effettuata dall’ufficio scolastico del capoluogo. Da via Monticelli arriva il primo e pensante effetto del crollo delle iscrizioni che in una delle province più vaste dello Stivale ha determinato una riduzione delle cattedre. Il bilancio delle iscrizioni al prossimo anno scolastico 2015-2016 fa registrare infatti un saldo negativo di 1638 alunni e gli effetti ricadono pesantemente sull’organico di insegnamento con la registrazione di 196 esuberi di ruolo. Il colpo grosso lo riceveranno le scuole materne, infatti dai 25888 alunni dell’anno in corso 2014-2015, si scenderà da settembre a 24959 alunni, con una flessione pesante di 929 iscritti. Quasi mille nascituri in meno.