Duemila maiali allevati tra amianto nel Cilento: 4 indagati

I carabinieri della stazione di Sanza, coordinati dal maresciallo Antonio Russo, hanno sequestrato, su disposizione del tribunale di Lagonegro, un’azienda zootecnica dove vengono allevati suini. I carabinieri della compagnia di Sapri, diretti dal capitano Emanuele Tamorri, hanno investigato insieme al nucleo operativo ecologico di Salerno e hanno scoperto che l’azienda, dopo essere stata interessata da un principio di incendio, aveva smaltito illecitamente l’intera copertura di amianto andando a riempire gli intercapedini della pavimentazione. Per fare ciò però, un laboratorio compiacente, aveva rilasciato false certificazioni di analisi sul materiale rimosso, inducendo così in errore il locale distretto dell’Asl. Ora sono quattro in tutto le persone che sono finite nel registro degli indagati. Si tratta del legale rappresentante dell’azienda, del titolare del laboratorio di analisi, del firmatario del rapporto di prova e del direttore dei lavori. Tutti dovranno rispondere, in concorso tra loro, dei reati di smaltimento illecito di rifiuti speciali pericolosi e falso. Il valore del sequestro dell’azienda, dove venivano allevati circa duemila suini, ammonta ad un milione di euro.

©Riproduzione riservata