• Home
  • Cronaca
  • Golfo di Policastro, si getta in mare e muore (FOTO)

Golfo di Policastro, si getta in mare e muore (FOTO)

di Luigi Martino

E’ stato ritrovato alle 11 di lunedì mattina il corpo della donna che nella notte si è gettata in mare dalla spiaggia di Villamare. La tragedia è avvenuta nelle vicinanze della ‘Madoninna’. Secondo quanto si è appreso la donna, un’insegnante di 55 anni residente a Lagonegro, si sarebbe lanciata in mare nel tentativo di suicidarsi.

L’allarme I familiari della 55enne hanno denunciato la scomparsa della donna domenica pomeriggio. Subito sono scattate le ricerche a Lagonegro, ma l’elemento chiave che ha fatto spostare l’occhio delle forze dell’ordine sul comune di Villamare è stato il cellulare della donna. L’ultimo segnale, infatti, proveniva proprio dal centro balneare del golfo e ha permesso agli investigatori di individuare il luogo esatto dove la donna si era fermata prima di non dare più notizie.

L’auto e la scritta I carabinieri hanno trovato l’auto parcheggiata nei pressi di una cappella. All’interno, i documenti, le chiavi, la borsa e il cellulare. Ulteriore elemento che ha lasciato immaginare il peggio, due parole scritte sulla sabbia: «Felice perdonami». Un ultimo messaggio che la donna ha voluto lasciare evidentemente al marito, che si chiama appunto Felice.

Le ricerche Così sono partite le ricerche in mare da parte degli uomini della guardia costiera di Palinuro agli ordini del comandante Saverio Coco. I marinai hanno passato al setaccio lo specchio d’acqua compreso nel golfo con l’auito di tre mezzi navali e un elicottero. Le ricerche sono terminate alle 11 con il ritrovamente del cadavere. Alla ricerche hanno partecipato anche gli uomini della protezione civile, i carabinieri della compagnia di Sapri agli ordini del capitano Emanuele Tamorri e i vigili del fuoco del distaccamento di Policastro.

Il ritrovamento La salma galleggiava in mare a largo di Villamare. Dopo sette ore di perlustrazione la guardia costiera ha recuperato il corpo che è stato trasportato nel porto di Sapri. Lì è avvenuto il riconoscimento da parte della famiglia distrutta dal dolore. La salma è stata poi trasportata all’ospedale dell’Immacolata di Sapri dopo l’autorizzazione rilasciata dal magistrato di turno. L’ipotesi iniziale è confermata: si tratta di suicidio.

©
©Foto Luigi Martino. Riproduzione vietata

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019