Bandiera Blu 2015, Cilento prenota posto in prima fila: ecco i probabili vincitori

Come ogni anno il Cilento con la sua meravigliosa costa prenota un posto in prima fila al gran galà della Bandiera Blu d’Europa che viene assegnata dalla Fee ed è riservata alle località balneari che rispettano un certo target e determinati parametri validi per l’assegnazione. Il riconoscimento verrà consegnato a metà maggio, ma il toto nomine è partito da tempo. Secondo voci di corridoio vicine alla Fee, la regione Campania confermerebbe le tredici località del 2014. Si tratta, dunque, di due località napoletane, Massa Lubrense e Anacapri, e undici salernitane di cui dieci del Cilento: Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice, con Agnone e Capitello, Pollica, con Acciaroli e Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro,Vibonati e Sapri. Sarebbe rimasto fuori anche quest’anno Capaccio. Escluso Scario e anche Camerota che, in compenso, confermerebbe la Bandiera Blu per gli approdi, insieme a Palinuro, Pollica e Agropoli. 

I principali criteri da rispettare per l’assegnazione della Bandiera Blu sono i seguenti:

– assoluta validità delle acque di balneazione; 
– nessuno scarico di acque industriali e fognarie nei pressi delle spiagge;
– elaborazione da parte dei Comuni di un piano per eventuale emergenza ambientale;
– elaborazione da parte del Comune di un piano ambientale per lo sviluppo costiero;
– acque senza vistose tracce superficiali di inquinamento (chiazze oleose, sporcizia, ecc.);
– spiagge allestite con contenitori per rifiuti in numero adeguato;
– spiaggia tenuta costantemente pulita;
– dati delle analisi delle acque di balneazione a disposizione;
– facile reperibilitá delle informazioni sulla Campagna Bandiere Blu d’Europa;
– iniziative ambientali che coinvolgano turisti e residenti;
– servizi igienici in numero adeguato nei pressi della spiaggia;
– collocamento di salvagenti ed imbarcazioni di salvataggio;
– assoluto divieto di accesso alle auto sulla spiaggia;
– assoluto divieto di campeggio non autorizzato;
– divieto di portare cani sulle spiagge non appositamente attrezzate;
– facile accesso alla spiaggia;
– rispetto del divieto di attivitá che costituiscono pericolo per i bagnanti;
– equilibrio tra attivitá balneari e rispetto della natura;
– servizi di spiaggia efficienti;
– accessi facilitati per disabili;
– fontanelle di acqua potabile;
– telefoni pubblici dislocati vicino alla spiaggia.

Principali criteri per gli approdi turistici:

– le acque del porto e quelle prospicienti non sono visivamente inquinate 
– fognature non sversano nel porto 
– presenza di attrezzature per la raccolta di residui di olio, vernici e prodotti chimici 
– salvagenti e attrezzature di pronto intervento 
– informazioni ambientali fornite dalla Direzione 
– informazioni relative alla Campagna Bandiere Blu fornite dalla Direzione 
– possibilitá di smaltire le acque di sentina e delle toilettes delle imbarcazioni 
– accorgimenti per lo smaltimento dei residui di lavorazione cantieristica 
– luci ed acqua potabile in banchina 

©Riproduzione riservata