• Home
  • Cronaca
  • Un patto per salvaguardare le “fasce litoranee a destra e sinistra del fiume Sele”

Un patto per salvaguardare le “fasce litoranee a destra e sinistra del fiume Sele”

di Luigi Martino

Con quest’atto si dà sostanzialmente il via libera ad un coordinamento per salvaguardare l’area di particolare rilevanza dal punto di vista delle valenze naturalistiche, ambientali e culturali che vi ricadono. Il gruppo di lavoro, presieduto dalla Regione Campania, sarà composto dall’Assessorato all’Urbanistica della Provincia di Salerno, dal Centro interdipartimentale di Scienze ambientali dell’Università degli studi di Salerno, dall’ Autorità di Bacino del Sele, dall’Ente Riserve naturali Foce Sele – Tanagro e dai Comuni di Capaccio – Paestum ed Eboli. “In particolare – ha detto l’assessore Romano (nella foto) – si punta a salvaguardare la pineta litoranea posta tra i comuni di Capaccio ed Eboli.

Il coordinamento – ha aggiunto Romano – si farà carico di raccogliere e raccordare tutti gli studi e le conoscenze utili alla redazione del Piano di Gestione del Sito di interesse comunitario e di avviare l’attività di monitoraggio come previsto dalle normative europee e nazionali (linee guida del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del territorio). Entro tre mesi dal suo insediamento e attraverso l’attività del Laboratorio di pianificazione partecipata coordinata dai Comuni di Eboli e Capaccio il Coordinamento dovrà redigere un primo regolamento di responsabilità istituzionali per la immediata applicazione di misure di salvaguardia.”

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019