• Home
  • Politica
  • Marsicano chiede una nuova politica per Pisciotta

Marsicano chiede una nuova politica per Pisciotta

di Biagio Cafaro

“Una nuova politica per Pisciotta” è il titolo di un manifesto comparso quest’oggi, 31 dicembre 2011, sui muri del comune a firma di Vittorio Marsicano, sindaco f.f. di Pisciotta.

Il sindaco f.f. subentrato al posto di Cesare Festa lo scorso mese di Maggio ha fatto i conti con le difficoltà nell’amministrare il comune: “L’esperienza fatta sul campo in questi mesi alla guida del Comune di Pisciotta, mi ha permesso di comprendere la gravità della condizione in cui vive la gestione amministrativa dell’Ente, la consapevolezza che in questi tempi di grave crisi economica le risorse, per poter garantire un minimo di decoro, sono irrimediabilmente perdute”.

Ciò sarà aggravato dalle elezioni amministrative della prossima primavera: “Agli amministratori si richiede uno sforzo sovraumano in termini di impegno, di sacrificio e di abnegazione. La nuova legge elettorale riduce drasticamente il numero delle persone che in futuro avranno incarichi e responsabilità con un aggravio ancora più pesante delle incombenze in capo al Sindaco”.

La divisione Liguori-Marsicano. Quello che preme maggiormente a Vittorio Marsicano è un anomalia tutta del comune di Pisciotta, la divisione tra due persone e di conseguenza tra due fazioni nel comune. Da un lato Ettore Liguori, ex sindaco del comune ed ex senatore della Repubblica, dall’altro Giovanni Marsicano, avvocato di Pisciotta nonché fratello di Vittorio: “Pisciotta ha vissuto questi ultimi trenta anni una situazione di contrapposizione e di scontro politico che necessariamente ha portato ad un arretramento della nostra Comunità rispetto al potenziale che avrebbe potuto realizzare. Mi rivolgo in particolare ad Ettore Liguori e a Giovanni Marsicano chiedendo loro un sacrificio per il bene del nostro amato paese. La loro attività politica è risultata di assoluto e inconciliabile contrasto determinando una divisione nelle famiglie e nella comunità.”

Il messaggio che lancia Marsicano consiste nell’eliminare questa frattura all’interno del comune di Pisciotta e rendere la comunità unita per la crescita del comune ”Per questo motivo mi sento di fare un appello a coloro che sono stati i protagonisti della vita politica di questi anni e che per motivazioni diverse hanno in qualche modo condizionato la vita sociale ed economica della nostra Comunità. Voglio mettermi a disposizione di tutti coloro che condividono il superamento di questo modo di fare politica e senza porre alcuna condizione o imposizione preconcetta. Sono a disposizione di tutti per trovare una soluzione condivisa e risolutiva a quanto affermato”. 

Chiaramente il messaggio di fine anno ha una valenza politica anche in vista delle elezioni amministrative che si terranno la prossima primavera. Come si strutturerà la proposta elettorale anche in seguito a questo appello di Vittorio Marsicano?

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019