• Home
  • Cronaca
  • Il porto canditato al premio UE, era il sogno di Vassallo

Il porto canditato al premio UE, era il sogno di Vassallo

di Federico Martino

 

Il porto di Acciaroli candidato italiano al Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa. Il ministero per i Beni e le Attivita’ Culturali ha infatti scelto quello del porto cilentano tra i 95 progetti presentati da altrettante citta’ costiere italiane per partecipare all’ambito riconoscimento europeo. Il progetto dello scalo marittimo di Pollica-Acciaroli, e’ stato selezionato insieme ad altri nove progetti come esempio di ‘buone pratiche per la salvaguardia, la gestione e la pianificazione dei propri paesaggi’. Realizzato il primo lotto di lavori nel 2009, il progetto di ‘Riqualificazione ed ammodernamento del porto di Acciaroli’ prevede entro la fine di gennaio l’avvio del secondo lotto di lavori con la riqualificazione della ‘banchina di riva’ e la realizzazione di un isolotto che sorgera’ nel bacino portuale, destinato all’attracco di mega yacht dai 40 metri in su. ”Siamo soddisfatti – ha commentato il vice sindaco Stefano Pisani – questo e’ il giusto riconoscimento ad un’ idea generale di sviluppo in cui ha sempre creduto Angelo Vassallo. Questo progetto, grazie alla sua visione moderna e lungimirante dell’ ambiente, permettera’ una politica di sviluppo sostenibile che rilancera’ la cultura e la storia del nostro paese conservando e riqualificando tutto il territorio, cosi’ come il nostro sindaco avrebbe voluto”. Appena un anno fa, i lavori del primo lotto del bacino portuale finirono sotto la lente del programma televisivo delle ‘Iene’. Secondo il programma, infatti, essi, finanziati con fondi europei per oltre 2 milioni e mezzo di euro, sarebbero stati eseguiti non correttamente. Di qui una serie di polemiche che si tradussero anche in una interrogazione in Consiglio Regionale. La vicenda fini’ anche in tribunale, con un contenzioso tra il Comune di Pollica-Acciaroli, allora guidato dal sindaco Vassallo, e la ditta esecutrice dei lavori. In seguito un collegio arbitrale ha riconosciuto i danni subiti dal piccolo centro cilentano.

 

 

fonte: ansa

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019