Accordo dopo 20 anni per la gestione del Canile comprensoriale Vallo di Diano

130
Infante viaggi

La Comunità montana Vallo di Diano è alla svolta per il Canile comprensoriale. Nei giorni scorsi Raffaele Accetta, presidente dell’Ente con sede a Padula, ha firmato un “Protocollo d’intesa per la gestione del rifugio comprensoriale sito nel comune di Sala Consilina” che assicurerà 120mila euro per i primi tre anni di gestione.

Partners dell’accordo sono il CRIUV (Centro di riferimento regionale per l’Igiene Urbana Veterinaria), rappresentato dal direttore tecnico Vincenzo Caputo, e l’ASL Salerno, rappresentata dal direttore generale Mario Iervolino.

«120mila euro rappresentano una cifra importante per il canile sanitario», riferisce il Presidente Accetta «che non sarà un semplice rifugio ma un luogo in cui prendersi cura degli animali a 360 gradi, aiutandoli a guarire dalle patologie che li affliggono e poi, eventualmente, fare in modo che possano essere adottati o trasferiti o addirittura rilasciati sul territorio dopo aver dato seguito a tutti gli adempimenti che la normativa prevede».

  • Vea ricambi Bellizzi

Cura dell’animale dunque ma anche microcipatura e sterilizzazione, finalmente nel Vallo di Diano in strutture pienamente idonee dedicate. «Dopo circa 20 anni, su delega dei Comuni, la Comunità montana porta a termine questo lungo e tortuoso percorso e, con Diano Project, con i 15 Comuni,  con l’Asl – Servizio Veterinario – ed il Criuv, potrà rendere un servizio utile nell’interesse degli animali e per la riduzione del fenomeno del Randagismo nel nostro Vallo di Diano».

In definitiva, Raffaele Accetta, parla di «Ottima sinergia tra pubblico e privato che con determinazione hanno superato tutte le problematiche presentatesi in questi anni. Nei prossimi giorni, con la società di gestione, definiremo anche il giorno di apertura ed inaugurazione».

©Riproduzione riservata

  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Lido Urlamare Palinuro