Agropoli, ‘bollette pazze’ da migliaia di euro: cittadini su piede guerra

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Bollette pazze dell’acqua ad Agropoli. Proprio come era accaduto nelle settimane scorse nella vicina Castellabate, i cittadini agropolesi hanno ricevuto a casa dei veri e propri salassi, con bollette di importo anche di migliaia di euro. Diversi utenti, infatti, si sono visti recapitare a domicilio bollette dell’Asis, ente gestore del servizio idrico in città, perfino di seimila euro. C’è chi ha addirittura toccato i diecimila euro. «E’ inconcepibile per una famiglia, che si limita al consumo idrico quotidiano per l’igiene e per la cucina, ricevere una bolletta esagerata» racconta una cittadina agropolese. Mentre a fare chiarezza sulla vicenda ci ha provato in queste ore lo stesso sindaco di Agropoli, Adamo Coppola: «L’anno scorso non è stata fatta una lettura completa a tutti i cittadini. Di conseguenza, con le nuove verifiche eseguite, l’Asis ha tenuto conto di due anni di consumi presunti rispetto a quelli reali». Ma c’è anche un altro problema, non di poco conto, che sarebbe alla base delle bollette più elevate, ovvero le perdite e i guasti dei contatori. Una situazione, dunque, incresciosa per i cittadini agropolese, mentre da Palazzo di Città assicurano di essersi attivati per provvedere a risolvere tutte le criticità emerse in queste ore.

  • assicurazioni assitur

Dall’azienda precisano infatti che «la lettura dei contatori, a cura di Asis presso l’utenza, è stata operata nel 2017 e nel 2019. Nel frattempo, sono state inviate ai clienti fatture in acconto su un consumo presunto. Una volta operata la lettura, nel 2019, è stata inviata la fattura con i consumi realmente operati». Per questo «l’importo, in diversi casi, è risultato più elevato. Ovvio che poi ci possono essere casi di contatori guasti, perdite di acqua ed altro che hanno potuto portare a rilevare consumi eccessivi, ma si tratta di casi singoli». In ogni caso gli uffici Asis, in località Madonna del Carmine, «sono a disposizione per chiarimenti ed eventuali rateizzazioni».

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur