• Home
  • Comuni
  • Agropoli
  • Agropoli dice no a falò, campeggi e bivacchi in spiaggia la notte di Ferragosto

Agropoli dice no a falò, campeggi e bivacchi in spiaggia la notte di Ferragosto

di Luigi Martino

Il sindaco della Città di Agropoli, Adamo Coppola, anche per il 2021, ha stabilito, con apposita ordinanza, il divieto di accendere fuochi e falò sugli arenili cittadini dal 14 al 16 agosto. Viene ribadito nel provvedimento anche divieto di campeggio, già contemplato nel regolamento comunale di polizia urbana. E’ il terzo anno consecutivo che il primo cittadino emana tale ordinanza. Quest’anno come in quelli scorsi sarà messo in campo un apposito dispositivo di controllo da parte di Polizia municipale, Carabinieri, Guardia di Finanza e Guardia costiera. Le spiagge come la scogliera portuale saranno oggetto di monitoraggio, al fine di evitare atti di inciviltà cui si è assistito negli anni scorsi. I trasgressori verranno puniti con sanzioni fino a 500 euro.  

«Ferragosto – afferma il sindaco Adamo Coppola – è un momento di festa per stare con le famiglie e con gli amici, nei limiti e nel rispetto delle prescrizioni dovute alla pandemia. Non deve diventare un pretesto per dare sfogo all’inciviltà. Per questo motivo le nostre spiagge saranno off limits in orari serali dal 14 al 16 agosto. Festeggiamo ma in sicurezza e nel rispetto del decoro urbano e del litorale. Dobbiamo ricordare inoltre che l’emergenza Covid-19 è tuttora in atto e vanno evitate le occasioni di assembramento. Quando finirà la pandemia l’Amministrazione proporrà un progetto di valorizzazione del falò quale evento estivo, per mantenere la tradizione ma in sicurezza e nel rispetto delle spiagge».   

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019