Ripristino del tratto fognario interrato in località Chiorbo

In merito alle segnalazioni ricevute dai residenti della località Chiorbo circa la presenza di reflui ai margini della carreggiata stradale all’incrocio di Via Capaccio Paestum con Via Gaiarda e Via Tempa Maida, l’Amministrazione civica retta dal sindaco, Pasquale Marino, al fine di tranquillizzare i cittadini e smorzare allarmismi sproporzionati, precisa quanto segue: è dal 22 marzo scorso che l’area in questione è monitorata dai responsabili dell’Ufficio Tecnico comunale, i quali, dopo numerose ed accorte verifiche lungo tutto il tratto stradale, sono riusciti ad individuare il punto dove si è verificata l’occlusione, causata dal cedimento di un tubo interrato di condotta fognaria. Individuato il problema, con somma urgenza sono state avviate, già da qualche giorno, le procedure di ripristino, iniziate con la recinzione del tratto interessato e l’allestimento del cantiere. Il problema verrà dunque definitivamente risolto a breve, sottolineando che, nel frattempo, si era già provveduto prontamente al taglio della vegetazione spontanea lungo le banchine stradali, alla verifica e pulizia dei fossi di guardia per la bonifica di eventuali reflui residui nonché ad operazioni di spurgo dei vari segmenti fognari lungo Via Capaccio Paestum. Oltre al rifacimento del tubo danneggiato, verranno messi a dimora anche nuovi pozzetti d’ispezione per garantire la tenuta idraulica necessaria.
“La situazione era già ampiamente sotto controllo da parte dell’Ufficio Tecnico – spiega il sindaco Marino – ma ringrazio i cittadini per le loro segnalazioni, poiché ci aiutano a risolvere ancora meglio tutte le problematiche che possono verificarsi nelle contrade. Qualche disagio dovuto a tempi tecnici si può verificare, ma l’importante è recepire le istanze ed adoperarsi per esaudirle prima possibile. Al contempo, invito gli stessi cittadini a non lasciarsi influenzare da allarmismi palesemente strumentalizzati da chi, ormai, è arrivato finanche a cercare il pelo nell’uovo pur di confondere loro le idee. Osservare che qualche esponente del Pdl locale, infatti, sia arrivato ad ‘attaccarsi al tubo’, è un qualcosa che, oltre a farci sorridere, si commenta da sé”.