Arbitri talento nel Vallo di Diano, Manuelle Cuozzo e Francesco Coiro “Uefa Talent” e “Talent assistent”

Infante viaggi

di Pasquale Sorrentino

Nella Sezione di Sala Consilina si distingue una associata di spicco, che, nonostante la sua giovane età ha già raggiunto grandi obiettivi. Manuelle Cuozzo, insieme ad altri 120 ragazzi di tutta Italia, 9 dei quali Campania, è stata scelta per il “Talent & Mentor Proqramme – Uefa Referee Convention”. Si tratta della prima ragazza arbitro della nostra regione per questo progetto istituito 10 anni fa dalla Uefa, volto ad uniformare e incrementare la preparazione arbitrale in Europa. Il programma Talent e Mentor ha, infatti, come obiettivo l’individuazione e la formazione di alcuni arbitri in possesso di caratteristiche che ne rendano interessanti le prospettive future.

La notizia preannunciata dal presidente regionale dell’AIA Giancarlo Rubino in occasione del raduno precampionato, ha avuto la sua ufficialità nei giorni scorsi dal Settore Tecnico dell’AIA.

Manuelle alla sua quinta stagione, dirige gare di Prima Categoria, e nonostante la sua giovane età, 19 anni, nello scorso campionato era prossima all’esordio in Promozione, sfumata in seguito al lockdown.
Grazie alle positive risultanze espresse dagli osservatori, i designatori l’avevano anche scelta come IV ufficiale nella Finale di Coppa Italia di Eccellenza Femminile.

Iscritta al primo anno di Scienze Economiche e Statistiche all’università di Salerno, alterna lo studio agli allenamenti. In campo è autorevole e non autoritaria, ha una naturale attitudine a dialogare con i calciatori e i dirigenti, evitando qualsiasi tipo di condizionamento. Con l’inizio di questa stagione, Manuelle potrà godere del supporto del Mentor Giuseppe Minichino della sezione di Castellammare di Stabia che la seguirà per l’intero campionato, così da arricchire ulteriormente il suo bagaglio di competenze arbitrali e non solo. Tecnica, atletica, etica, umanizzazione ed organizzazione saranno i parametri del Settore Tecnico nella scelta dei 30 meritevoli a proseguire il “progetto Talent” anche per la prossima stagione, un’opportunità unica che Manuelle Cuozzo non intende farsi sfuggire perché desiderosa di fare quel salto di qualità utile a calcare i campi dei massimi campionati italiani.

Francesco Coiro, 22 anni di Sala Consilina, laureando in Scienze delle Attività Motorie, Sportive e dell’Educazione Psicomotoria presso l’Università degli studi di Salerno, è arbitro dal 2016. Nel 2019, dopo un trascorso come arbitro in prima categoria, chiede il passaggio al ruolo di assistente, superando la selezione a Nola, che lo porta ad esordire nella gara Calpazio – Rocchese di Promozione l’8/09/2019. In questa nuova stagione si mette subito in evidenza, superando brillantemente i test atletici nel raduno precampionato svoltosi a Siano, e la commissione regionale arbitri della Campania lo sceglie tra i 7 “talent assistent” che parteciperanno allo stage di Coverciano insieme ai “talent” d’Italia che militano nel campionato di Promozione.

Un bel riconoscimento non solo per Manuelle e Francesco ma per l’intero movimento arbitrale Valdianese, presieduto da Gianpiero Cafaro, che si ritiene più che soddisfatto dei risultati che gli arbitri del comprensorio stanno ottenendo a partire dal massimo campionato nazionale fino alle categorie provinciali.

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur