Agropoli, tentano di sfondare vetrine di antiquario, ma fanno flop: sono antiproiettili

Incuranti che qualcuno potesse riconoscerli, si sono approssimati a volto scoperto alla vetrina di un negozio di antiquariato. Muniti di spranghe di ferro hanno poi tentato di sfondarne le vetrine. È accaduto ad Agropoli, cittadina cilentana affollatissima di vacanzieri, nel centralissimo Corso Garibaldi, intorno alle 23 e 30. L’azione criminale non è però andata a buon fine perché il locale nel quale erano esposti mobili e oggetti antichi era occupato, fino a poco tempo fa, da uno sportello bancario e le vetrine erano perciò antisfondamento. Allertata da decine di testimoni che a quell’ora, intorno alle 23.30, gremivano il centro cittadino, è giunta sul posto una pattuglia dei vigili urbani. Uno dei due giovani è riuscito a fuggire; l’altro, braccato dai caschi bianchi, è invece scappato dopo essersi fatto scudo di alcuni passanti, terrorizzati. Sono in corso indagini da parte del Comando di polizia municipale di Agropoli per fare luce sull’episodio. Oltre ad un atto vandalico, non si esclude infatti alcuna pista, compresa quella intimidatoria.