Baia Infreschi Camerota, Pellegrino: «Stop invasioni»

Baia Infreschi
Infante viaggi

«L’ordinanza emessa dal Parco nazionale del Cilento Vallo di Diano e Alburni ha l’obiettivo di mettere ordine e rendere più accessibile uno dei luoghi più belli del mondo. Non vogliamo chiudere la spiaggia di Baia degli Infreschi, ma al contrario vogliamo renderla più accessibile a tutti e non soltanto a chi arriva prima, occupando la spiaggia per l’intera giornata. 
Tutti devono avere la possibilità di conoscere e apprezzare la bellezza di questa baia, in maniera civile, senza deturparla e senza turbare la tranquillità dei visitatori. La spiaggia degli Infreschi, che ha un carico antropico che non può superare le 67 persone, così come previsto nel Disciplinare dell’Area Marina Protetta, ogni estate viene presa d’assalto da migliaia di turisti. Consentendo la sosta non oltre un’ora, tutti avranno l’opportunità di visitarla con ordine e in sicurezza e tutti potranno apprezzarne la straordinaria e unica bellezza». Lo scrive sui social Tommaso Pellegrino, presidente del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, dopo alcuni giorni dalla pubblicazione dell’ordinanza sull’albo pretorio dell’ente con sede a palazzo Mainenti di Vallo della Lucania. 

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur