• Home
  • Attualità
  • Banca 2021 e scuola Padula: parte progetto ‘Educazione alla legalità, sicurezza e giustizia sociale’

Banca 2021 e scuola Padula: parte progetto ‘Educazione alla legalità, sicurezza e giustizia sociale’

di Luigi Martino

L’Istituto Omnicomprensivo di Padula chiama, la Banca 2021 risponde. Il Consiglio di Amministrazione, guidato dal presidente Pasquale Lucibello, ha immediatamente risposto all’appello del dirigente scolastico padulese Pietro Mandia, che nello scorso mese di dicembre si era reso promotore di un Patto Educativo Territoriale, sottoscritto presso la Certosa di San Lorenzo tra l’Istituto Omnicomprensivo di Padula e gli enti, le associazioni e le istituzioni del territorio. 

In prima fila ovviamente per l’occasione c’era la Banca 2021, rappresentata da Rosa Lefante, membro valdianese del CDA. Come più volte sottolineato dal Presidente Pasquale Lucibello, infatti, essere vicini alle comunità dei propri territori di competenza è da sempre una vera e propria “mission” per il Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Bancario con sede a Vallo della Lucania. Una grande sensibilità che, se possibile, si amplifica ulteriormente quando l’attenzione è rivolta ai più giovani, attraverso azioni destinate a promuovere la loro formazione e la loro crescita culturale. 

Concetti ribaditi con grande entusiasmo dal Direttore Generale Cosimo Puglia, che fin dal primo momento ha condiviso in pieno la “vision” del CDA e del Presidente Pasquale Lucibello in tema di impegno e sostegno per i giovani del territorio.

Da queste premesse nasce il Progetto Educazione alla Legalità, Sicurezza e Giustizia Sociale”, patrocinato dalla Banca 2021 e rivolto agli studenti delle classi I, II e IIIdel Liceo Scientifico “Carlo Pisacane” dell’Istituto Omnicomprensivo di Padula. Si tratta di un percorso di sensibilizzazione e prevenzione nei confronti di problematiche molto attuali, connesse all’illegalità diffusa che, con modalità diverse, resta purtroppo presente su tutto il territorio italiano. Diventa quindi indispensabile aiutare i più giovani ad approfondire la conoscenza di questi fenomeni, per radicare in loro sempre più profondamente il bisogno e il rispetto della legalità. Il Progetto, che ha come referente per la Banca 2021 il membro del CDA Rosa Lefante, prevede tre interventi di formazione attiva. 

Si comincia mercoledì 23 marzo, con un tema di sicuro interesse: “Hacking e Criminalità Informatica: il Web oscuro. Potenzialità e rischi nell’uso di Internet”. Dopo i saluti del Dirigente Scolastico Pietro Mandia, del presidente della Banca 2021 Pasquale Lucibello e del Direttore Generale Cosimo Puglia, il progetto “Educazione alla Legalità, Sicurezza e Giustizia Sociale” sarà presentato dal Coordinatore Responsabile, il dottor Sante Massimo Lamonaca, Giudice Onorario Esperto presso il Tribunale di Sorveglianza di Salerno. A seguire, con la testimonianza del dottor Mauro Tomada, esperto di sicurezza informatica presso il Tribunale di Salerno, si entrerà nel vivo del tema della giornata, con particolare riferimento a Media, Internet e alle Fake News. Sotto i riflettori anche i Social Network e il fenomeno del Cyberbullismo

Gli appuntamenti successivi sono in programma mercoledì 30 marzo, quando si parlerà di Alcolismo e Tossicodipendenza”, e giovedì 28 aprile, con la testimonianza particolarmente significativa del prete anticamorra di Scampia, don Aniello Manganiello, che racconterà agli studenti la sua battaglia di “prete di frontiera” per vivere la Legalità nel quotidiano, combattuta in condizioni ambientali davvero molto problematiche. 

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019