B&b nel Cilento, evasione milionaria

4976
Infante viaggi

Una pattuglia della guardia di finanza a lavoro (foto archivio)

Una evasione fiscale stimata in oltre un milione di euro nel Cilento. A scoprirla sono stati i finanzieri del Comando Provinciale di Salerno.

L’operazione denominata “Bed & Black”, ha fatto emergere una notevole evasione fiscale, compiuta dai proprietari di numerose strutture ricettive extralberghiere ubicate nella costiera cilentana.

Nello specifico, i finanzieri di Agropoli hanno individuato 65 appartamenti e 3 “bed & breakfast” sprovvisti di autorizzazioni comunali previsti dalla normativa regionale. In alcuni casi avevano un permesso non conforme all’attività effettivamente esercitata. Incrociando gli elenchi comunali e gli annunci sul web sono stati scoperti in particolare due fratelli di Agropoli che avrebbero sottratto all’Erario 270mila euro e due famiglie di Santa Maria di Castellabate, proprietarie di ben numerosi appartamenti che avrebbero evaso redditi per circa 600 mila euro.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

Altri due gestori di “B&B” di Agropoli, secondo quanto ricostruito nel corso degli accertamenti effettuati dagli investigatori, affittavano completamente “in nero” le camere delle proprie strutture usando i servizi e la pubblicità di una nota piattaforma web, dalla quale ricevevano regolare fattura per l’attività di intermediazione.

Ogni singola camera arrivava a fruttare anche 4mila euro all’anno.

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl