Cacciatori Cilento donano dispositivo sanificazione a ospedale Agropoli

«I cacciatori cilentani dal grande cuore, capaci di fatti concreti. Sempre più volte la società guarda i cacciatori come persone senza sensibilità che godono nell’abbattimento del selvatici, ebbene mai immagine fu più falsa. I cacciatori sono, invece, sempre di più attori, custodi e animatori di una parte di mondo, quello rurale, in cui c’è bisogno della loro presenza come c’è bisogno dell’aria per respirare. Il mondo della caccia è fatto di cose semplici e concrete e non chiacchiere e proclami». E’ l’inizio della nota stampa che racconta l’iniziativa portata avanti da diversi gruppi di cacciatori nell’ambito dell’emergenza sanitaria covid-19.

I cacciatori del Cilento hanno voluto manifestare in maniera tangibile la loro presenza e hanno provveduto ad una serie di iniziative acquistando prodotti sanitari da destinare alle strutture ospedaliere locali. Inoltre è stato acquistato un generatore di ozono Infinity Smart 10g, dispositivo appositamente progettato per la sanificazione e disinfezione degli ambienti e per debellare virus e agenti patogeni. Il dispositivo è stato consegnato oggi, lunedì. Alla piccola cerimonia, più che altro simbolica, erano presenti: la dottoressa Mariateresa Melisi, il dir. Sanitario A. Pizza, il dr. Antonio De Cristofaro responsabile dei servizi infermieristici del presidio ospedaliero, il comandante della polizia municipale Sergio Cauceglia e il sindaco di Agropoli Adamo Coppola.