• Home
  • Sport
  • Il punto sul girone B di Eccellenza, prima della 18esima giornata

Il punto sul girone B di Eccellenza, prima della 18esima giornata

di Luigi Martino

Dopo la vittoria e il passaggio in finale di coppa da parte della squadra di Squillante in settimana, domenica le due squadre si affrontano in una gara che, con una vittoria della Sarnese, potrebbe riaprire il campionato. L’alto valore delle due squadre, la posta in palio, il fascino e l’emozione di un derby saranno tutti elementi che renderanno questa gara aperta e dal risultato imprevedibile.

La Sarnese eccezionalmente avrà dei tifosi in più: l’entourage del Baratta. I bianconeri, secondi a pari punti con la squadra di Renna, sperano in un risultato favorevole in vista di un possibile aggancio o sorpasso (domenica prossima è in programma Ippogrifo- Baratta). C’è da giocare, però, il match di sabato contro un Solofra,  indubbiamente la migliore in questo momento tra le <<piccole>>. C’è voglia di riscatto da parte dei conciari dopo la sconfitta, piena di critiche, di domenica scorsa proprio contro la Sarnese. Pronte, li, ad approfittare di ogni minimo errore, ci sono Serre e Sanseverinese, entrambe a quota 34 punti. Entrambe con due sfide non impossibili: la prima sarà impegnata sabato sul campo del Gelbison Cilento Vallo; la seconda, domenica, su quello della Calpazio. C’è da tenere in conto, però, aspetti fondamentali: il Gelbison non vince da ben sei turni e potrebbe sferrare uno degli ultimi attacchi per puntare ai play-off, lontani ora di dodici lunghezze; la Calpazio, penultima, ha bisogno di punti e come spesso si scrive, una vittoria cosi potrebbe fare bene anche al morale. Inoltre le due buone prove con Ippogrifo e Compagna, potrebbero trasformarsi in un’ottima gara contro i bianco-celesti

Nelle zone di metà classifica la Scafatese, l’unica che, ormai, sembra credere all’aggancio ai play-off (distanti 8 punti) , dovrà continuare la striscia positiva di quattro risultati sul campo del Faiano, impegnato a raggiungere una <<salvezza tranquilla>> . I canarini, 14 punti tra le mura amiche, sembrano avere una marcia in più e gli ultimi acquisti hanno galvanizzato, di nuovo, l’ambiente. Difficile, ma non impossibile, un colpaccio biancoverde. Ritornare alla vittoria sarà la parola d’ordine sabato a Palma Campania. La Palmese non vince da due turni,  il Campagna da otto, tutte e due dovranno allontanare lo spettro di uno 0-0 che, per i salernitani, sarebbe il sesto consecutivo. Altre due squadre che cercheranno disperatamente i tre punti sono Vis San Giorgio e San Valentino. Non vincono da quattro turni e se per la prima i play-out sono ad un passo, per i giallo-rossi sono una realtà da abbandonare. Una gara non facile da leggere e da pronosticare perchè, entrambe abituate ad alternare buoni match ad altri meno prolifici. Chiude il tabellone delle gare la partita tra Agropoli e Serino. I delfini, dopo i buoni quarantacinque minuti dello scorso turno, dovranno farne altri quarantacinque per superare gli irpini che arriveranno al match in virtù di uno speranzoso 0-0 conquistato domenica scorsa sul ben più quotato Serre.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019