Camerota, ombre sulla morte di Nancy: proclamato lutto cittadino

di Luigi Martino

di Luigi Martino

Nancy Chirichiello aveva solo 21 anni: è morta ieri sera, mercoledì, nella sua abitazione di Licusati, frazione di Camerota. Un arresto cardiaco non le ha lasciato scampo. «Un infarto fulminante» dicono i soccorritori che quando sono giunti sul posto, non hanno potuto far altro che costatare il decesso della giovane. 

I giorni precedenti
Un dramma che con molta probabilità poteva essere evitato. Nancy qualche giorno fa, presumibilmente lunedì, sarebbe stata accompagnata in ospedale, a Vallo della Lucania, lamentando forti dolori al petto e rigurgito. Sarebbe stata sottoposta ad elettrocardiogramma e poi dimessa in poco tempo. Dopo poco più di 48 ore, ieri sera, la tragedia. Ad allertare i soccorsi i genitori che hanno assistito impotenti alla dipartita. 

I risvolti
Questi elementi, presto, potrebbero finire sulla scrivania degli inquirenti. Non è escluso, infatti, che la morte di Nancy possa far aprire un’inchiesta agli investigatori della procura della Repubblica di Vallo della Lucania. Sarebbe utile scavare nei registri del nosocomio cilentano e magari apprendere dettagli da eventuali referti.

Comunità sconvolta
Intanto la comunità di Licusati si è svegliata con questa notizia orribile. Nancy era una ragazza affabile. Amava l’Inghilterra e la lingua inglese. Partecipava alla vita del paese. Le sue foto su Facebook la ritraggono al carnevale oppure ai musical e alle esibizioni teatrali organizzate da un’associazione del posto. Nancy aveva frequentato anche la scuola di danza e, in estate, si era resa protagonista come tutor dei camp estivi. Ora era iscritta all’università di Napoli, la Federico II.

Una famiglia distrutta
La famiglia di Nancy è molto conosciuta in paese. La mamma, Agnese, è un agente del corpo di polizia municipale. Lo zio, invece, era stato consigliere comunale. La salma di Nancy è stata sequestrata dalla procura. Probabilmente i magistrati chiederanno di effettuare un esame autoptico per via del medico legale.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019