• Home
  • Comuni
  • Camerota
  • Camerota, Scarpitta bis: «E’ la vittoria di un popolo che ha scelto Terradamare ovunque»

Camerota, Scarpitta bis: «E’ la vittoria di un popolo che ha scelto Terradamare ovunque»

di Luigi Martino

«E’ il giorno dove la festa piano piano finisce insieme a tutta la fatica accumulata per questa splendida campagna elettorale che ci ha visti impegnati e felici di aver poi collezionato un così ampio consenso. E’ la vittoria di una squadra meravigliosa e di un popolo finalmente maturo che – compatto – ha scelto Terradamare ovunque, in tutte e sette le sezioni del nostro Comune. E’ l’epilogo di un mese incredibile, interminabile, fatto di gioie, ansie, preoccupazioni, progetti, idee, incontri, notti insonne e tanto altro». E’ quanto ha dichiarato Mario Salvatore Scarpitta, di nuovo sindaco di Camerota, a margine della cerimonia di proclamazione ufficiale avvenuta oggi, martedì, a Palazzo Città.

«Stamattina è stata un’emozione grande entrare – di nuovo – nelle stanze che ci hanno ospitati per cinque anni. Nel 2017 era tutto diverso, tutto molto più difficile. Abbiamo impiegato lavoro e sacrifici per arrivare fino a qui. Adesso, però, ci attende una nuova sfida, non meno ardua, anzi. Dobbiamo uscire da una crisi pandemica e prestare molta attenzione alla situazione che sta mettendo in ginocchio l’Ucraina alle porte della nostra Europa. Dobbiamo lavorare per agguantare tutte le opportunità del Piano nazionale di ripresa e resilienza. E poi c’è la Camerota del Futuro da continuare a progettare e realizzare. Insomma- ha continuato Scarpitta – da questa mattina ci siamo già messi a lavoro. Nei prossimi giorni passeremo a ringraziare le nostre bellissime quattro frazioni. Ringrazio il popolo, tutto. E poi la mia squadra, i consiglieri che sono entrati in Consiglio ma soprattutto chi – per poco – non ce l’ha fatta. Lavoreremo insieme, ognuno per le proprie deleghe, ognuno per i propri compiti.Ringrazio le persone che hanno lavorato al progetto con impegno e dedizione, tutti i presidenti di seggio, gli scrutatori, le forze dell’ordine e i rappresentanti di lista.Camerota è ancora una bellissima Terradamare».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019