• Home
  • Politica
  • Consiglio Comunale infuocato. Tarsu, l’opposizione attacca: non c’è stato nessun annullamento della terza rata

Consiglio Comunale infuocato. Tarsu, l’opposizione attacca: non c’è stato nessun annullamento della terza rata

di Redazione

Dopo il consiglio comunale tenutosi martedi sera, nel corso del quale si è discusso delle riduzioni della tarsu annunciate dalla maggioranza, i gruppi di opposizione "Forza Camerota-Pdl" e "Insieme cambierà" denunciano: "Abbiamo avuto la prova certa che nessuna riduzione della Tarsu è stata fatta dalla maggioranza".  Il consigliere di opposizione, Antonio Romano sottolinea: "non ci sono atti, non ci sono delibere, non ci sono variazioni di bilancio. Abbiamo smascherato il trucco con il quale l’amministrazione stava tentando di raggirare i cittadini. L’assessore al Bilancio Guzzo, dinanzi alle richieste di chiarimenti dell’opposizione, ha dovuto ammettere che il pagamento della terza rata è solo rinviato. Non è un abbuono". "E’ un comportamento vergognoso – spiegano i consiglieri di opposizione – la minoranza aveva presentato una proposta per ottenere l’effettiva riduzione della Tarsu, ma la maggioranza l’ha bocciata, dimostrando di non avere nessuna copertura finanziaria per effettuare lo scorporo della terza rata. Ancora una volta hanno mentito ai cittadini che avevano creduto in buona fede all’annuncio fatto dall’amministrazione attraverso manifesti e articoli di giornale".

Intanto, l’opposizione annuncia che scriverà al garante dei contribuenti per chiedere di intervenire in via preliminare per evitare danni economici ai cittadini-contribuenti.

"Dopo aver fatto chiarezza sulla vicenda Tarsu – spiega il capogruppo di ‘Forza Camerota-Pdl’, Ciro Troccoli – chiediamo atti concreti. In sostanza abbiamo chiesto il voto su un ordine del giorno che prevedeva: la sospensione del ruolo 2009 e l’immediata comunicazione ad Equitalia, la
variazione del bilancio con relativa previsione dell’annullamento della terza rata, garantendo ovviamente il pareggio di bilancio e la verifica di tutte le transazioni con contribuenti morosi annunciate dalla maggioranza. Era l’unica proposta seria e possibile. L’unica che potesse dare la certezza ai cittadini di non pagare penali e sanzioni. Da alcune settimane stavamo annunciando che questa riduzione annunciata era una panzana del sindaco e dell’assessore Guzzo. Alla fine del consiglio comunale i cittadini presenti sono andati via delusi e con un’unica certezza: l’Amministrazione non ha fatto nulla di ufficiale per ridurre gli importi della tassa sulla spazzatura". Conclude, infine, Troccoli: "Se la maggioranza non andrà nella direzione indicata dall’opposizione, temo che questa rimarrà solo una delle tante promesse non mantenute del Sindaco e dell’assessore Guzzo".




Di seguito pubblichiamo il testo del manifesto a cura dei Gruppi Consiliari di opposizione:

 

LE BUGIE HANNO LE GAMBE CORTE!!!

Nel consiglio comunale tenutosi martedì 20 ottobre u.s è venuta a galla la verità riguardo la diminuzione del 33% della Tassa sulla spazzatura annunciata ai quattro venti (con manifesti, interviste televisive, articoli di giornale) dalla maggioranza ed in particolare dall’assessore al Bilancio, Pierpaolo Guzzo.
L’opposizione aveva chiesto un consiglio comunale con l’obiettivo di fare chiarezza. E chiarezza è stata fatta. Nel corso della seduta l’assessore Guzzo è stato costretto ad ammettere che l’opposizione aveva ragione quando parlava di "riduzione fasulla della Tarsu". La delibera n°43 del 18 settembre 2009 che l’assessore al Bilancio aveva "venduto" alla cittadinanza come la risoluzione a tutti i problemi si è trasformata nella prova dell’esatto contrario. In quella delibera- come annunciato dai gruppi di opposizione già qualche settimana fa- non c’è nessuna traccia della "sospensione della terza rata". Alla fine del consiglio comunale i consiglieri di opposizione ed i cittadini presenti sono andati via con una unica certezza:

AL MOMENTO NON E’ STATA APPLICATA NESSUNA RIDUZIONE DELLA TASSA SULLA SPAZZATURA.
QUESTA E’ L’AMARA REALTA’. TANTO E’ VERO CHE NESSUN CONSIGLIERE DI MAGGIORANZA HA POTUTO AFFERMARE IL CONTRARIO NE’ SMENTIRE TALE AFFERMAZIONE!


L’opposizione aveva il dovere di informare la cittadinanza della presa in giro che l’amministrazione comunale stava consumando sulle spalle dei cittadini. Allo stesso tempo però i gruppi "Forza Camerota-Pdl" e "Insieme cambierà" in maniera responsabile, e dimostrando con i fatti di avere a cuore le sorti della popolazione, avevano indicato la strada per arrivare ad una positiva soluzione della vicenda.
Infatti abbiamo chiesto di votare un ordine del giorno che conteneva le seguenti proposte:
1) sospensione del ruolo 2009 ed invio immediato di una comunicazione ad Equitalia
2) variazione del bilancio con previsione della diminuzione della Tassa sulla spazzatura e definizione delle coperture finanziarie per garantire il pareggio di bilancio.
3) verifica delle transazioni operate dall’amministrazione con i contribuenti morosi.
A conferma del fatto che l’assessore Guzzo, ha venduto chiacchiere ai cittadini, nascondendo per l’ennesima volta la verità alla comunità di Camerota, il gruppo di maggioranza ha votato contro questa proposta. Hanno votato contro l’unica proposta possibile per avere la certezza di non dover pagare la terza rata.


A conferma del fatto che la maggioranza è in alto mare c’è la circostanza che nessuno ha risposto alla seguente domanda formulata in consiglio comunale:

SE OGGI UN CITTADINO SI RIVOLGESSE ALL’UFFICIO RAGIONERIA CHIEDENDO IL RILASCIO DI UN CERTIFICATO CHE ATTESTI CHE NON DEVE PAGARE LA TERZA RATA DELLA TARSU, TALE ATTESTATO GLI VERREBBE RILASCIATO?

A questo punto, vista l’inerzia e l’incapacità della maggioranza a risolvere ed affrontare la questione della riduzione della Tassa sulla spazzatura, i gruppi di opposizione al fine di tutelare gli interessi della popolazione comunicano:
1) di essere a disposizione dei cittadini per informazioni e per la redazione dei ricorsi.
2) di informare il Garante dei consumatori al fine di richiedere in via preliminare di adottare ogni iniziativa utile a tutelare i cittadini-contribuenti da ogni danno economico che dovessero subire in seguito a scelte scellerate dell’Amministrazione.

ANCORA UNA VOLTA: VERGOGNATEVI!!!

 

FORZA CAMEROTA- POPOLO DELLE LIBERTA’
Ciro Troccoli
Francesco Leo
Massimiliano Coppola

INSIEME CAMBIERA’
Antonio Romano
Mario Salvatore Scarpitta

 

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019