• Home
  • Cronaca
  • Il capitano ringrazia ‘Luisito’ e Raffaele per il proprio operato. “Amministrazione irriguardosa”

Il capitano ringrazia ‘Luisito’ e Raffaele per il proprio operato. “Amministrazione irriguardosa”

di Federico Martino

foto archivio

Con una lettera inviata a questa redazione del capitano dei vigili urbani di Camerota ringrazia due colleghi in pensione per il valore del loro contributo nei lunghi anni di attività. Non si sottrae dal sottolineare invece il comportamento “irriguardoso” dell’amministrazione comunale, nei confronti di due uomini a cui la comunità è riconoscente, per l’assensa di attestati e l’indifferenza con cui, secondo il capitano, i due uomini sono stati congedati dal proprio incarico.

Dal 1 Luglio 2010 dopo trentasei anni di servizio presso il Corpo della Polizia Municipale di Camerota, è decorso il pensionamento del maresciallo maggiore Luigi Attanasio.
Dal 1 Gennaio 2011 vi è stato il pensionamento anche del maresciallo maggiore Raffaele Vingelli.
Ad entrambi,l’Amministrazione comunale di Camerota ha riservato un modo pressoché discutibile, in riferimento all’interessamento prima, ed al riconoscimento dopo, di due valide figure di operatori della Polizia Locale.
Come amico e diretto superiore gerarchico, quale Comandante del Corpo di Polizia Municipale del Comune di Camerota, esprimo chiaro e vivo orgoglio nei riguardi dei Sottufficiali Attanasio Luigi e Raffaele Vingelli, per il lavoro egregiamente svolto e l’abnegazione che lo ha caratterizzato; nel contempo dando lustro al comune di Camerota, nell’esercizio quotidiano delle proprie funzioni.
Allo stesso modo, è molto vivo, da parte mia,il sentimento di soddisfazione ed ammirazione nei confronti di due collaboratori per il traguardo di fine carriera, ormai raggiunto.
I Vostri anni di lavoro, sono un’importante testimonianza. Vi ringrazio personalmente per l’impegno profuso in questi anni, che Vi ha permesso di conquistare la stima dei Vostri colleghi e dell’intera cittadinanza. Mancherà, sicuramente la Vostra presenza e professionalità. Il Corpo di Polizia Municipale si è privato,certamente,di due unità di notevole spessore umano e lavorativo.
Non mi resta che augurarvi  una serena pensione, AHIMÈ, dalle colonne di questo comunicato. Ovviamente, resta indelebile in me e, credo nella memoria storica del Comune di Camerota, nonché nell’opinione pubblica di questo paese, il comportamento irriguardoso e privo di ogni cura che vi è stato accordato dall’amministrazione comunale. Non hanno capito che QUESTO ERA VERAMENTE UN ATTO DOVUTO !!!
Auguro a Voi, in ogni modo, le mie felicitazioni e spero che manteniate sempre vivi i rapporti con i colleghi ancora in servizio e no.
M’impegno personalmente e con i dovuti auspici a darvi  presto il giusto contributo di cui dovrete sempre andarne fieri, laddove, qualcuno volutamente ha preferito soprassedere.


CON AFFETTO  E  PROFONDA STIMA       
 


                                                                                      
CAP. ANTONIO CIOCIANO

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019