• Home
  • Politica
  • Scarano al contrattacco del “fantomatico comitato per Gambino”: ve lo racconto io chi è Pitto

Scarano al contrattacco del “fantomatico comitato per Gambino”: ve lo racconto io chi è Pitto

di Redazione

Questa lettera è giunta in redazione a poche ore dalle elezioni regionali, nel vivo della polemica tra Adolfo Scarano (avvocato di Camerota sostenitore di Cobellis) e Antonio Troccoli (detto Pitto, rappresentante del Pdl e affiancato dal comitato pro Gambino). Questa redazione ha deciso di posticiparne la pubblicazione, chiedendo poi al mittente di rivisitarla, nel rispetto degli elettori – lettori che da lì a qualche ora si sarebbero recati a votare. Di seguito la lettera integrale.

Quando le  cose  vengono messe   in  mano  ai  …  bambini.
Quale  onore ,  solo  ora  , per dare  risposte al sottoscritto, si
viene a scoprire  che c’è un fantomatico  Comitato  Camerota  per
Gambino, fino ad ora   silente.
Evidentemente  il nervo  è  scoperto  e  fa male.
Totò  è  un grande , è il Principe  della risata.
Precisato che contro Gambino il sottoscritto  non nutre  nessun
sentimento, ma di certo  sì   con Cirielli  e con chi  lo affianca —
perché  proveniente da tutti altri lidi — , posso dire  che il citato
 Comitato  ha  trovato   l’emblema  migliore  per  rappresentarsi : la
risata.
Agli   imberbi   debbo ricordare  che sono stato  —  orgogliosamente
—   socialista  fini al  1994 , anno  di   nascita  di  Forza Italia
e da  allora  sempre.
Nel  2009   —  non essendo  mai stato candidato a niente , avendo  io
 solo  l’interesse di   aiutare  il  mio territorio ed il mio popolo
—  sono stato  candidato   alla Provincia  con il   PSI  perché  il
Cirielli  ebbe a  svendere  il simbolo  del  PDL   a  soggetti  come
Troccoli  che è stato  nel 1973  un  DC,  poi   dal   1985  con il
PSI;  poi, lui  sì, nel  1994   con la    <<  sinistra comunista  >>,
ancora non  unito con il PPI  [ al mio invito di entrare in F.I. ,
davanti al caminetto di casa  mia, rispose  che  <<  … la sinistra
avrebbe vinto >> – si è visto  come andò e come va ]; poi, nel 1996 ,
condidato alla Provincia con  F.I.  (  si ricorda  il Pitto  che
dovetti  fare  per  lui , finto malato , un Comizio  con Nenè e Andrea
Lianza perché  non sapeva cosa dire  per  F.I.? ) poi  amico
particolare di  Meluzzi  frequentatore  di sedi radiotelevisive,
seguendolo  nella formazione  che  ebbe a  formare  il Presidente
Cossiga;  poi    fu  dell’UDEUR   di Mastella ;  poi … mi dicono sia
stato  anche  con  Di Pietro; poi … non  si  sa  con  chi …  perché il
detto , a differenza del sottoscritto  che   rende pubbliche le sue
posizioni,  eccelle  nel  silenzio.
Da ultimo, folgorato  dai  successi  di  Silvio  …  si  è  convertito  al  PDL.
C’è  chi , come  me,  aiuta a vincere, ci sono altri  che si  buttano
sul cavallo  certo  vincente, per altrui merito.
Lo scrivente del detto  Comitato  per  Gambino  —  se  li trovi un
po’  meglio i suoi   supporters  —  mi dica  quali sono stati dunque
 i salti della   quaglia   di   Adolfo Scarano.
Poi,  Io  sarei stato   del  PD ?
Ti ribadisco,  birbantello e sbarbatello,  che le  bugie  hanno le
gambe  corte: quando  non eri ancora nato io , da solo , facevo  i
comizi  contro il comunismo e li continuo a fare, perché  sono  nato
Uomo libero e sono liberale.
Forse  perché  alle elezioni  provinciali  del 2004  mio  fratello si
presentò  con i  DS ed Io  chiedevo il voto  per Lui ?
E’ il caso di dire  dove sta l’onestà  intellettuale: Sai bene  che
votare  alle elezioni amministrative  è cosa diversa  delle politiche
e  quindi votare una persona   non significa essere  di quel partito.
Io  sono onorato  di  aver  dato il mio aiuto  a  MIO FRATELLO , uno
che  ha  il  mio  sangue, cosa  questa  che   è uno   dei valori
primari  nella mia scala   dei valori.
E’ cosa certa  che può essere  recepita  solo  da  chi  i valori   li  ha.
Cosa  diversa  per chi  ha altro genere  di  interessi , a cui se  mi
si permette,  va tutto il  mio  disprezzo.
Ti ribadisco,  che  sono  come Petronio,   arbiter,  quello  che
passava  anche in mezzo al fango senza sporcarsi   e che  si tolse la
vita  per  continuare ad essere  un  UOMO !
Io  sono del PDL  e non dell’UDC.
Ciò detto , questa volta  —   sempre  per  la  onestà  intellettuale
che  mi caratterizza  e che mi viene  riconosciuta pubblicamente —
non potrei  votare  PDL  per  due  motivi: una lista  formata  da
Cirielli,  con  la  supponenza  che mostra nel dare indirizzi  di voto
, frecandosene   della carica istituzionale  che riveste  con il
contributo di tutti   e  non   dei pochi  che gli stanno  vicino  —
fatto, peraltro,  che è offensivo nei confronti  degli elettori del
PDL  e  di  tutti   gli altri  72  candidati delle  varie liste che
sono collegati  con  Stefano Caldoro —  e  con  l’alterigia  mostrata
nei confronti  del Ministro On.le  Mara Carfagna  — cui va tutta  la
mia  simpatia e sostegno —  con la  minaccia  <<  di fare  i conti
>>  dopo  le  elezioni, questa volta  non merita  il voto,
dichiarando  ai   candidati   da  lui  non supportati  il mio
personale apprezzamento  per dover   combattere  con il  peggior
nemico: ossia  chi tradisce  molti per  pochi, probabilmente   per  un
suo  calcolo  politico; l’altro  motivo è quello già  ripetuto  più
volte: il Cilento  ha bisogno  di un  suo  rappresentante del
territorio, che conosca  i Ns.  problemi e le Ns.  necessità, che
abbia  le caratteristiche di  serietà, professionalità  e  umanità che
si   richiedono  a  un  vero rappresentante  del Popolo.
Ebbene , per  me  questa volta , il Candidato  ideale  è  Luigi
Cobellis, che sta riuscendo a  far confluire   sul suo  nome
esperienze  politiche anche diverse, ma tutte  tese  a rendere  un
servizio  al Nostro  territorio.
Egli sarà  qui a Vallo al servizio di tutti; gli altri  dove saranno
per i prossimi  5 anni?
Arrivederci   a  dopo  le  elezioni.
Con  simpatia. Sempre da  Radio  Londra : Avv. Adolfo Scarano
Marina di Camerora. lì  25.03.10

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019