Camerota senz’acqua, Troccoli: «Vergognosa gestione del Consac»

La crisi idrica colpisce anche quest’estate il comune di Camerota. L’acqua non arriva in diverse case già dalla giornata di ieri, in altre, invece, giunge a tratti alterni. Numerose le polemiche e le lamentele degli abitanti colpiti dal disagio. Tra questi anche il commento del consigliere comunale di Camerota, Ciro Troccoli: «La vergognosa gestione del Consac impone una riflessione. – scrive su Facebook – Premetto che è un’opinione strettamente personale. Due proposte – afferma Ciro Troccoli-  la prima è quella di rientrare nella gestione del pozzo di Licusati a suo tempo ceduta al Consac. La seconda consiste nel ripensare l’appartenenza ai consorzi che sulla stessa linea di quelli dei rifiuti sono diventati ormai inutili carrozzoni. Sono temi – continua –  che riguardano il futuro di tutti noi, per questo sarebbe necessario confrontarsi aldilà delle appartenenze o ragioni di parte. I cittadini sono giustamente arrabbiati e in alcuni casi il primo riferimento sul territorio e il comune che finisce anche per assumersi colpe che non ha. Ed allora – conclude Troccoli –  se proprio dobbiamo assumerci le giuste responsabilità entriamo noi direttamente nella gestione dell’acqua come dei rifiuti».

©Riproduzione riservata