Camerota, un secolo di vita per il segretario Landi: «In ogni età cercate un progetto da realizzare e un obiettivo da raggiungere»

Fiori, applausi e tante lacrime di gioia. Iniziano così, domenica mattina, i festeggiamenti al Comune di Camerota per i 100 anni del segretario Landi. Quasi mezzo secolo della sua vita lo ha speso tra le fila della pubblica amministrazione, al servizio della cittadinanza e di quel palazzo città che ha ospitato la sua festa e tutte le persone che si sono strette attorno alla famiglia Landi per questo importante traguardo. «Non vi nascondo la mia grande emozione – afferma il sindaco di Camerota Antonio Romano -. Io sono nato politicamente a casa del segretario Landi, quando ho deciso di fare politica dovevo imparare, capire come fare un atto amministrativo, e allora me ne andavo a casa del segretario, che con grande pazienza mi dava tutti quei suggerimenti che mi sono stati utili e mi sono utili nella vita amministrativa».

«Commosso e frastornato non posso fare altro che ringraziare il sindaco e l’amministrazione comunale per le tante affettuosità ricevute». Il segretario si regge al suo fidato bastone e ha la voce che trema per l’emozione: «Ringrazio il luogo nel quale ho voluto festeggiare (il Comune di Camerota ndr) che per quasi 40 anni è stata la mia casa. In ogni età cercate un progetto da realizzare e un obiettivo da raggiungere, solo così la vita sarà sempre viva». Ancora applausi, poi la mega torta e l’omaggio floreale. 

©Riproduzione riservata
Foto Gioacchino Cavaliere di Licusati nel mondo