• Home
  • Cronaca
  • Atti vandalici a Marina di Camerota. Il popolo insorge:”Poca sorveglianza”

Atti vandalici a Marina di Camerota. Il popolo insorge:”Poca sorveglianza”

di Luigi Martino

Azioni senza un minimo di buon senso, come quella capitata al ‘Largo Don Crispino’. Tra la notte del 15 e il 16 gennaio, un gruppo di teppistelli ha avuto il coraggio di deturpare la stele dedicata al prete Don Crispino. La stele era stata adornata con piante e fiori, che sono stati estirpati e gettati via. Inoltre, la banda di ragazzi, non si è fermata e ha rovinato la targa in plastica con un accendino. Si può notare sopra alcune lettere della targa le bruciature nere della fiamma.

I cittadini stamane erano raccolti attorno la stele e imprecavano domandandosi:”Chi avrà mai avuto il coraggio di compiere un gesto del genere?”. I proprietari dei magazzini più vicini alla piazzetta dichiarano:”Poi ci lamentiamo dei turisti, le cose più brutte capitano d’inverno, quando il paese è abitato dalle persone che conosciamo bene!”, poi continua il proprietario di un’ altra attività commerciale:”Ci dobbiamo solo vergognare. Questa è pura ignoranza, avevano adornato questa piazzetta in modo carino e sono bastate meno di 24 ore per deturparla”. Infatti la stele era stata installata giorno 14 gennaio e la notte dopo è già da ripristinare.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019