• Home
  • Cronaca
  • Sequestrati dalla guardia di Finanza a Marina di Camerota novellame di tonno

Sequestrati dalla guardia di Finanza a Marina di Camerota novellame di tonno

di Federico Martino

Tornava da una battuta di pesca soddisfatto del bottino, 46 tonnetti, ma ad attenderlo c’erano i militari della Sezione Operativa di Salerno. Brutta sorpresa per un pescasportivo che si è visto sequestrare il pescato ed inoltre, come prevede la legge contro i pescatori di frodo, il responsabile è stato deferito alla Procura di Vallo della Lucania per la violazione della legge 963/65. Legge che vieta sia la pesca che la detenzione di pesci sotto misura. Se si considera che un tonno adulto arriva a pesare anche 3 quintali si può capire che danno si arreca pescando esemplari di qualche chilo di peso, facendo ciò, non si permette al pesce di poter crescere ed arrivare all’età riproduttiva. I finanzieri di mare hanno già sequestrato, in Campania, circa un quintale di tonno rosso.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019