• Home
  • Comuni
  • Castellabate
  • Camogli e Castellabate rinnovano gemellaggio: ‘Punta Tresino’ in Liguria per sagra pesce

Camogli e Castellabate rinnovano gemellaggio: ‘Punta Tresino’ in Liguria per sagra pesce

di Luigi Martino

Il Cilento protagonista a tavola anche in Liguria grazie all’associazione Punta Tresino di Castellabate che, forte del gemellaggio con la Pro Loco Camogli, ha preso parte alla 68esima edizione della “Sagra del Pesce” di Camogli, la più antica e famosa d’Italia. Le due realtà associative, gemellate ufficialmente dal 2016, operano fattivamente attraverso uno scambio di collaborazione che si materializza in occasione dei due eventi gastronomici rispettivamente organizzati: la “Sagra del Pesce” di Camogli e la “Festa del Pescato di Paranza” di Castellabate. Specialità salernitane e cilentane in vetrina insieme a quelle liguri, oltre alla classica frittura, protagonista indiscussa dell’evento, calata nel padellone con tremila litri di olio Friol. Sono stati numerosi i visitatori che, in largo Ido Battistone, hanno assaporato e apprezzato l’acqua sale cilentana, ossia tipico pane biscottato prodotto dal panificio “Barba” di Olevano sul Tusciano con pomodori, basilico e olio extra vergine d’oliva, e i bocconcini di bufala del caseificio “La Cilentana”. Molto apprezzati anche i sapori di mare firmati dall’azienda “Fiordicosta” e gli spaghetti preparati con la colatura di alici di Cetara, novità apprezzatissima da tutti. Nel week-end ligure, l’associazione Punta Tresino ha annunciato anche l’edizione della “Festa del Pescato di Paranza” che si terrà nel paese di Benvenuti al Sud dal 14 al 16 giugno. Anche quest’anno, grazie all’amicizia con la Pro Loco Camogli, il padellone partirà dalla Liguria verso il Cilento, dove ad attenderlo ci saranno altre migliaia di visitatori.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019