Campania: parrucchiere, bar e ristoranti potrebbero riaprire il 18 maggio

Infante viaggi

Parrucchieri, bar e ristoranti potrebbero aprire, in alcune regioni, già il 18 maggio. A confermarlo adesso sono il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, e il ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, che subordina il riavvio di queste attività all’approvazione delle linee guida da parte dell’Inail e, ovviamente, a un andamento positivo della curva epidemiologica.

«Dal governo – ha spiegato il premier – non c’è alcuna volontà di protrarre questo lockdown residuo, se c’è la possibilità di anticipare qualche data, possiamo anche valutare delle aperture ulteriori».

Parole confermate dal ministro Boccia. «Tra il 14 e il 15 maggio – ha spiegato – arriveranno le linee guida su estetisti e parrucchieri e il 18 pensiamo che potranno cominciare ad aprire. In base ai nostri dati e al nostro monitoraggio qualcosa può riaprire anche prima la data del primo giugno. Escludo che possano aprire prima del 18 maggio, ma da quel giorno – ribadisce – è probabile che alcuni esercizi possano ripartire».

  • assicurazioni assitur

Ma nel caso la proposta dovesse passare e la Regione Campania fosse inserita nell’elenco dei territori a ‘rischio basso’, la palla in quel caso passerebbe comunque al governatore Vincenzo De Luca. Il numero uno della giunta regionale campana, dopo le valutazioni del caso, potrebbe – a quel punto – decidere di dare il via libera all’apertura delle suddette attività, oppure applicare restringimenti maggiori o, addirittura, far slittare tutto al primo giorno di giugno.

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur