Capaccio, beccati i furbetti della tassa di soggiorno: oltre 100 sanzioni

Infante viaggi

Come per tutti gli altri tributi comunali, anche per la tassa di soggiorno continua incessante la lotta all’evasione dell’Amministrazione comunale di Capaccio Paestum retta dal sindaco, Franco Alfieri. La vasta e variegata filiera delle attività ricettive presenti sul territorio comunale ha comportato un innalzamento del livello di controllo, specie nel periodo estivo, da parte del Nucleo Anti Evasione – Polizia Tributaria appositamente attivato dall’Ufficio Tributi ed Entrate Patrimoniali, diretto dal funzionario apicale dell’Area I, il dott. Antonio Rinaldi: dalla sua istituzione, avvenuta nel mese di novembre 2019, il personale addetto svolge opportune verifiche riguardo le numerose strutture turistico-alberghiere capaccesi, concentrando l’azione su quelle non registrate al portale comunale PayTourist.

In materia di imposta di soggiorno, l’attività di accertamento esperita dalla polizia tributaria ha portato ad elevare 106 verbali amministrativi a carico di strutture ricettive che, nell’anno 2019, non sono risultate in regola con gli adempimenti di ‘agenti contabili’. Così come si evince dal portale web PayTourist (https://capaccio.paytourist.com), dal 5 giugno 2020 (data di presentazione ufficiale del software) sono già 184 le strutture ricettive registrate, per un ammontare di 100.247,50 euro di imposta di soggiorno versata tramite l’apposita sezione online, somma alla quale deve essere aggiunta quella non versata dalle strutture non ancora registrate.  

  • Vea ricambi Bellizzi

La registrazione è semplice e richiede poco tempo: l’utente entra nella sezione “registrati ed aggiungi la tua struttura ricettiva”, il Comune convalida la richiesta e invia le credenziali di accesso. L’utente può indicare i link alle inserzioni web dove pubblicizza la propria struttura: verrà assegnato un codice identificativo da inserire negli annunci. Tutte le inserzioni online delle strutture ricettive su PayTourist nel comune di Capaccio Paestum sono verificate ed assicurano, ai turisti, un soggiorno garantito e sicuro. Il portale consente di registrare arrivi/partenze degli ospiti, rilascia la ricevuta e consente di gestire agevolmente tutti gli adempimenti propri ed obbligatori degli agenti contabili, in modo da evitare d’incorrere in sanzioni amministrative e penali. La gestione da parte dell’utente verrà valutata tramite un valore numerico ben visibile. 

Il sistema PayTourist, oltre che da pc, è accessibile anche tramite dispositivo mobile ed è sviluppato per semplificare la gestione dei pagamenti anche per le forme di ricettività extra-alberghiera: il portale consente inoltre, in modo del tutto anonimo, di segnalare una struttura non censita o irregolare mediante l’apposita sezione. Pertanto, onde evitare di incorrere in sanzioni e responsabilità di varia natura, è opportuno registrarsi al portale “PayTourist” avvalendosi, se del caso, dell’ufficio “Imposta di Soggiorno” debitamente istituito dall’Amministrazione Comunale per supportare gli utenti nel procedimento di registrazione e della successiva gestione dell’attività da parte dell’utente. 

  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro
  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi