Capodanno, parco archeologico Paestum aperto grazie a privati

di Luigi Martino

Apertura straordinaria del parco archeologico di Paestum il prossimo primo gennaio. Dalle 10 alle 16 il sito sarà fruibile grazie al sostegno economico della Pro Loco Silarus Porta del Cilento Paestum, che in passato ha già contribuito a diverse iniziative del parco. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 5 euro, ridotto di 2,5 euro. Il grande riscontro da parte del pubblico avuto per le scorse aperture di capodanno ha determinato nella direzione la volontà di rinsaldare la presenza del Parco sul territorio «La Pro Loco Silarus – sottolinea il presidente, Vincenzo Patella – non ha mai fatto mancare il proprio appoggio ai progetti fortemente voluti dalla direzione del parco. Paestum rappresenta il cuore della progettualità della Pro Loco come grande attrattore turistico. Il nostro intento è quello di spalmare su tutto il territorio cilentano, partendo dall’antica città di Poseidonia, il flusso di visitatori, tenuto conto dei grandi numeri raggiunti negli ultimi tre anni di gestione del direttore Gabriel Zuchtriegel».

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019