Casal Velino colpita dalle fiamme, sindaco: «Maniche rimboccate per ricostruire bellezza devastata»

Infante viaggi

E’ un Cilento distrutto quello che si risveglia martedì, all’indomani della terribile giornata di incendi che ha colpito tutto il territorio, da Capaccio al golfo di Policastro, con roghi devastanti a Scario e Policastro. Danni incalcolabili anche a Casal Velino, soprattutto nella frazione Acquavella, dove per tutta la notte si è cercato di sedare le fiamme. Macchia mediterranea distrutta, piante di ulivo bruciate. «Si è potuto fare poco, tra mille difficoltà, in un momento in cui il fuoco è ovunque e, purtroppo, i mezzi per combatterlo sono molto limitati. – spiega il sindaco Silvia Pisapia sui social – Sicuramente però, ora, maniche rimboccate per poter ricucire la ferita e ricostruire la bellezza devastata. Restano da ringraziare i cittadini di Casal Velino ed, in particolare, di Acquavella, l’area più colpita, per la loro fattiva collaborazione, i carabinieri e le Guardie forestali, i Vigili del fuoco, i volontari delle Guardie ambientali e dei carabinieri ed il comando di polizia municipale che, tutti uniti, hanno combattuto contro la vigliaccheria e la follia di qualche criminale che, con sadismo e precisione, ha colpito varie zone del territorio comunale per rendere tutto più difficile – conclude il primo cittadino – Ma il sano e caparbio attaccamento alla nostra terra ed il senso del dovere hanno avuto la meglio ed hanno consentito di evitare il peggio».

  • assicurazioni assitur

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur