Caselle in Pittari conferisce cittadinanza onoraria a Nicola Materazzi, padre della Ferrari F40

Infante viaggi

testo e foto di Marianna Vallone

Viale Olmo, a Caselle in Pittari, gremito. Il motivo è l’arrivo in piazza di una decina di Ferrari in onore di Nicola Materazzi, ingegnere originario del borgo cilentano e progettista di numerose auto sportive e supercar, tra le quali la Ferrari F40 e la Lancia Stratos. A lui l’amministrazione guidata dal sindaco Giampiero Nuzzo, nel corso di un consiglio comunale straordinario, ha conferito la cittadinanza onoraria di Caselle in Pittari.

«Ha onorato il nome di Caselle e dell’intero golfo di Policastro, dando lustro al nostro territorio, in Italia e nel mondo. – ha commentato il primo cittadino – Ovunque ricorra il suo nome è un vanto. I suoi concittadini ne hanno parlato sempre con profondo rispetto e stima e questa cittadinanza arriva proprio da tutti loro, io in qualità di sindaco ne sono felice portavoce, anche per il profondo affetto che mi lega alla famiglia Materazzi. – ha aggiunto Nuzzo – Sono onorato di essere proprio io a consegnare questo premio. La Ferrari è come la Nazionale di calcio, un orgoglio italiano. Nicola Materazzi per gli emigranti casellesi in Germania è stato come Paolo Rossi al Mondiale del 1982. Le auto più illustri portano la sua firma».

  • Vea ricambi Bellizzi

«Ho fatto solo il mio lavoro – ha esordito Materazzi – ma l’ho fatto sempre con una grandissima passione e tanto impegno. Mi meraviglio dell’ammirazione che ha avuto, è nata in 13 mesi, i risultati sono questi», ha detto parlando dela F40, una delle creature più famose di Nicola Materazzi, che insieme alla Testa Rossa è stata l’auto più venduta.

Un altro riconoscimento importante è arrivato anche dalla Scuderia Ferrari Club di Catanzaro, che ha assegnato a Materazzi il Premio alla Carriera e la tessera del club. Presenti anche il presidente Mimmo Tiriolo con una delegazione di soci e il Club Ferrari di Roma Prati. Una pochette è stata donata da Mariangela Mandia di Sistema Bellezza Management. La giornata è stata organizzata con il giornalista Tonino Luppino il quale, dopo la cittadinanza onoraria di Torraca e quella di Caselle in Pittari, spera che anche Sapri segua l’esempio del sindaco Nuzzo. Classe 1939, Materazzi ha frequentato le scuole medie e superiori a Sapri per poi trasferirsi all’Università di Napoli, dove dopo la laurea passò circa un anno lavorando come assistente di un docente dell’ateneo. All’interno della scuderia più famosa al mondo, dove arrivò verso la fine degli anni ’70, ha progettato le auto più famose, la GTO, Testarossa, Ferrari 288 GTO Evoluzione, F40 della quale autovettura curò la completa progettazione, dal motore al telaio, e poi 412 GT, 328, 208 Turbo, inoltre ha progettato vari motori come il tipo 268 utilizzato dalla Lancia LC2 nelle gare di endurance.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • assicurazioni assitur
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido Urlamare Palinuro
  • Lido La Torre Palinuro