Castellabate, polemiche sui criteri dei buoni spesa

Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Polemiche feroci a Castellabate sull’assegnazione dei buoni spesa per il sostegno alimentare durante l’emergenza Covid-19. Tantissime, infatti, nella giornata di ieri sono state le segnalazioni dei cittadini dopo la distribuzione dei buoni da 100 euro per i nuclei familiari costituiti da una sola persona e 300 euro per quelli costituiti da più persone. Sulla vicenda si sono accesi i riflettori anche della minoranza consiliare che ha scritto una lettera al sindaco, Costabile Spinelli, e all’assessore alle Politiche Sociali, Elisabetta Martuscelli, per avere chiarimenti sull’elargizione dei buoni. A causare i malumori è il fatto che ad usufruire dei buoni sarebbero state persone non proprio in condizioni di difficoltà e non, invece, coloro che vivono effettivamente una condizione più difficile a seguito di tale emergenza. «Ci sono arrivate tante segnalazioni e stiamo cercando di capire con quale modalità è avvenuta l’assegnazione», spiega il consigliere di minoranza, Luigi Maurano. Secondo la minoranza, infatti, ci sono non poche “anomalie” nella procedura scelta dall’Ente per assegnare i buoni.

  • Vea ricambi Bellizzi

©Riproduzione riservata

  • Lido Urlamare Palinuro
  • Vea ricambi Bellizzi
  • Lido La Torre Palinuro
  • assicurazioni assitur