Castellabate, sindaco tira fuori l’escamotage di Alfieri per candidarsi alle regionali

728
Infante viaggi

di Antonio Vuolo

Si è fatto multare dalla Polizia locale per poi presentare ricorso contro il Comune da lui stesso amministrato. Il primo cittadino di Castellabate, Costabile Spinelli, ha fatto ricorso a un escamotage, già utilizzato cinque anni fa dall’allora sindaco di Agropoli Franco Alfieri (poi non fu candidato, e rimase sindaco dopo aver ritirato il ricorso), per candidarsi alla Regione in una lista di centrodestra a sostegno di Stefano Caldoro. Con questo escamotage, infatti, il sindaco di Castellabate può bypassare la normativa regionale che non consente a un primo cittadino di candidarsi anche al Consiglio regionale. Quindi, l’unica strada percorribile è quella dell’incompatibilità. Come? Perché, in base al Testo Unico sull’ordinamento degli Enti Locali, un contenzioso giudiziario da parte del sindaco contro l’Ente da lui stesso guidato, comporta una situazione di incompatibilità. Ora, in Consiglio comunale, si avvierà l’iter per dichiarare la decadenza. Spinelli potrà così candidarsi evitando il commissariamento dell’Ente che sarebbe scattato in caso di dimissioni da parte del primo cittadino. In questo modo, invece, si andrà a naturale scadenza dell’attuale consiliatura, 2021, con la vicesindaca Luisa Maiuri a reggere le sorti del Comune.

  • Vea ricambi Bellizzi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

  • Vea ricambi Bellizzi
  • assicurazioni assitur
  • Lido La Torre Palinuro
  • Lido Urlamare Palinuro