• Home
  • Cronaca
  • Sono due settantenni le vittime per esalazione di gas

Sono due settantenni le vittime per esalazione di gas

di Biagio Cafaro

foto archivio

 

Erano di Napoli gli anziani coniugi morti la notte scorsa a Castellabate, nel Cilento, a causa delle esalazioni di monossido di carbonio esalate da una stufa a gas malfunzionante. I due, Giulio Iaculli, di 75 anni, titolare di una ditta che produce camice, e Elena Rugiero, di 73, sono morti nel sonno la notte scorsa all’interno della propria abitazione, una villetta di sette vani in localita’ ”Terrate”, in aperta campagna, dove erano giunti lunedi’ per trascorrere alcuni giorni a Castellabate. La coppia, infatti, da tempo innamorata del Cilento e della sua natura, aveva acquistato casa proprio a Castellabate, dove si recava nei fine settimana e quando era possibile per fuggire dal caos della citta’. A scoprire i corpi senza vita della coppia, un giovane extracomunitario di nazionalita’ indiana che da qualche tempo aiutava i coniugi a tenere in ordine il giardino. Dopo la scoperta, avvenuta questa mattina, sul posto sono giunti i vigili del fuoco di Eboli e i carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal capitano Raffaele Annicchiarico, che hanno svolto le indagini dopo l’avvio di una inchiesta da parte della Procura di Vallo della Lucania. Sul posto e’ giunto anche il medico legale nominato dall’autorita’ giudiziaria che ha confermato la causa del decesso.

 

 

Articoli correlati

Castellabate: stufa a gas difettosa, due morti

 

 

fonte:ansa

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019