• Home
  • Turismo
  • Un laghetto e aiuole zen per piazza Madre Teresa a Lago

Un laghetto e aiuole zen per piazza Madre Teresa a Lago

di Federico Martino

immagine di repertorio

 

 

Valorizzare una grande piazza, adibita a parcheggio, con uno splendido scenario naturale, contrassegnato da un laghetto abitato da piante e pesci, tra colori, profumi, un gioco di luci e la magia di una piccola cascata d’acqua. È il progetto varato dalla giunta comunale di Castellabate per piazza Madre Teresa di Calcutta nella frazione Lago. I lavori di riqualificazione e arredo urbano avranno inizio il 23 agosto, con fine prevista per il 27 ottobre.
L’opera prevede l’installazione di un laghetto circondato da aiuole con specie ornamentali ed aromatiche mediterranee e una piccola cascata. Questo gioco di acqua, oltre a costituire uno scorcio di grande impatto estetico, garantirà un’elevata ossigenazione e l’abbassamento della temperatura dell’acqua, essenziale soprattutto d’estate per preservare l’habitat naturale. Saranno, inoltre, messe a dimora piante ornamentali di varie dimensioni e colori, che faranno da cornice allo specchio d’acqua. Alcune nasceranno dall’acqua, altre saranno collocate sui bordi del lago.
Lo scenario prevede anche dodici “aiuole zen”, costituite da anelli concentrici di materiali differenti: alcuni saranno riempiti di ghiaietta ambrata, altri di pietre o ciottoli, altri saranno ricoperti dal prato e daranno al giardino un effetto dai colori chiari e rilassanti e dalle forme essenziali e semplici. Nel lago saranno inseriti anche quattro varietà di pesci d’acqua dolce, ovvero carpe koi grandi, carpe koi piccole, pesci rossi e shubunkin.
Un impianto di illuminazione temporizzato garantirà la più adeguata visibilità serale e notturna secondo le diverse stagioni dell’anno. Anche l’ingresso della scuola sarà modificato, con la costruzione di muri schermanti in pietra, intervallati da fitte siepi di fiori, l’apposizione di luci e la realizzazione di una pavimentazione in pietra con interstizi in erba.
«Trasformeremo una grande piazza, oggi adibita al passaggio frettoloso delle automobili ed alla loro sosta, in un luogo dove sia piacevole fermarsi e incontrarsi ma che ricordi anche l’origine legata all’acqua di questa frazione – spiega il sindaco Costabile Maurano – Diventerà il salotto di Lago e sarà un punto di ritrovo per le famiglie, i ragazzi e gli anziani. Il laghetto, con la sua flora e la sua fauna, sarà una vera e propria attrazione e potrà essere ammirato nella sua trasformazione, per rilassarsi di fronte alla sua maestosa bellezza».
«L’opera si inserisce nel vasto programma di riqualificazione e valorizzazione del territorio che l’amministrazione sta portando avanti – aggiunge l’assessore ai lavori pubblici Marco Di Biasi – Intervento dopo intervento, stiamo rendendo sempre più belli e funzionali i centri abitati del nostro Comune».
Il responsabile unico del procedimento è l’arch. Anita Cataldo. La progettazione esecutiva e la direzione dei lavori è affidata all’arch. Claudia Campiglia, il coordinamento della sicurezza in fase esecutiva all’arch. Adelio Nicoletta dell’Area Lavori pubblici. L’importo del contratto è di 95.173, dopo il ribasso del 4,95% sull’importo a base d’asta operato dalla ditta AN.VI. di Campagna, a cui l’opera è stata affidata con procedura negoziata diretta ai sensi dell’art. 122 c. 7 del D.Lgs. 163/2006. Il progetto, previsto per un importo complessivo di 130.000 euro, è finanziato per 100.000 euro con mutuo contratto con la Cassa depositi e prestiti, assistito da contributo regionale ai sensi della L.R. 51/78, e per 30.000 euro dalla tassa di scopo comunale.

 

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019