Angelica Amato presidente della Commissione pari opportunità, il suo vice è un uomo

0
250

Rinnovate le cariche della Commissione pari opportunità del Comune di Castellabate. Alla presidenza è stata riconfermata Angelica Amato, avvocato di Santa Maria di Castellabate, mentre come vice è stato eletto, per la prima volta, un uomo. Si tratta di Vincenzo Di Matteo, impiegato, che è anche l’unico componente maschile dell’organismo. A completare le cariche è Maria Crestina Mondelli, laureata in lettere e filosofia, che è il nuovo segretario.
Il rinnovo dei vertici della commissione è avvenuta ieri pomeriggio (8 luglio), nella casa comunale di Santa Maria. La seduta è stata aperta dai saluti del sindaco Costabile Maurano, che ha augurato buon lavoro al nuovo direttivo.   
Ha partecipato alla seduta anche l’assessore alle pari opportunità Paola Piccirillo. «Sono convinta – ha detto – che questa commissione darà un importante contributo per promuovere le pari opportunità sul nostro territorio L’amministrazione terrà, infatti, in grande considerazione le proposte che verranno da questo importante organismo per assicurarne il pieno coinvolgimento».

Toccanti parole sono arrivate anche dalla riconfermata presidente Angelica Amato. «Vivo la condizione di invalidità da 5 anni e so bene che, in circostanze simili, spesso che più che vivere, si sopravvive – ha spiegato l’avvocato Amato – Per questo intendo fare di tutto per aiutare chi si trova in una condizione di disagio. Mantenersi attivi, significa vivere e la commissione si impegnerà nel sociale per contribuire a tutelare le fasce più deboli, come gli anziani, bambini, disabili e immigrati, collaborando con l’amministrazione e con le associazioni di volontariato, come l’Unitalsi».

Un obiettivo pienamente condiviso anche dal vicepresidente Vincenzo Di Matteo. «Porremo attenzione alle problematiche delle minoranze discriminate, siano esse donne o uomini, presenti sul territorio».
Sono entrati a far parte dell’organismo come consiglieri di parità effettivi anche Monica Martuscelli, Doriana Aversano, Gilda Rubino, Laura Noce, Marilena Guariglia, Laura Anna Fanciulli, Roselide Cuffari. Sono, invece, consiglieri supplenti Evelina Farace, Adele Ippolito, Carmela Coppola, Angelina Severino e Amalia Persico. Tra loro ci sono molte laureande o giovani laureate, insegnanti, esperte di tematiche sociali, impegnate anche nel volontariato e nell’associazionismo.
 

La Commissione pari opportunità svolge funzioni di promozione e di controllo dell’attuazione dei principi di uguaglianza delle pari opportunità e di non discriminazione per donne e uomini nel lavoro, con utili iniziative per la realizzazione delle finalità della legge 125/91. L’importante organismo propositivo e di controllo è stato istituito con la deliberazione di Consiglio comunale n. 7/2002 che ha approvato il Regolamento per la costituzione e nomina della Commissione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here