• Home
  • Cronaca
  • Ennesimo sequestro ancora 5000 i ricci sequestrati

Ennesimo sequestro ancora 5000 i ricci sequestrati

di Federico Martino

Prosegue senza sosta l’attività di controllo della Guardia Costiera di Castellabate, questa volta anche con l’ausilio degli uomini di Acciaroli. La pulizia e la purezza delle acque del circondario marittimo è, evidentemente, motivo per il quale questi pescatori di frodo decidono di
sfidare gli inevitabili controlli che il serrato dispositivo di pattugliamento messo in campo ha dimostrato funzionare egregiamente.
Ancora una volta nel pieno della notte (intorno alle ore 02.00) e con il favore dell’oscurità, un gruppo composto da 5 persone (3 in acqua e 2 a terra di vedetta) venivano intercettati nella zona di Ogliastro da una delle squadre coordinate dal comandante di Castellabate, maresciallo De Vita. Il bottino salvato e restituito alle cristalline acque marine ha raggiunto l’ingente quantitativo di ben 5.000 echinodermi, pari ad un valore commerciale di 7.000/8.000 euro.
Oltre al sequestro di tutta l’attrezzatura utilizzata, sono stati elevati verbali amministrativi per un totale di 4.000 euro. In considerazioni delle condizioni del mare calmo previste nel fine settimana, continuerà senza sosta il pattugliamento del litorale di competenza da parte della guardia Costiera, sempre impegnata nel preservare, anche dal punto di vista ambientale, l’habitat naturale che gravita nell’area marina protetta di Castellabate.

©Riproduzione riservata



© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019