Celle di Bulgheria, aperte le candidature per il servizio di Telesoccorso

di Luigi Martino

Basterà soltanto premere il pulsante di un piccolo telecomando per ricevere aiuto tempestivo in caso di malore, di intrusione di malintenzionati o anche per sentire una voce amica e alleviare la solitudine. Un telefono che salva la vita, strappa gli anziani alla solitudine e li aiuti quando serve. È il servizio di telesoccorso per anziani e disabili che sarà attivato gratuitamente nel Comune di Celle di Bulgheria. L’iniziativa è del Piano di Zona S9, con sede a Sapri, che ha emanato nei giorni scorsi un avviso pubblico per la programmazione del servizio nei 17 comuni dell’ambito S9. La candidatura per l’eventuale fruizione del servizio dovrà essere presentata dall’interessato o da un suo familiare entro il 31 gennaio compilando il modulo di domanda scaricabile dal sito del Piano di zona. Successivamente l’Ufficio competente provvederà alla valutazione delle istanze stilando un’apposita graduatoria. “Si tratta di un servizio importantissimo per la nostra comunità – ha spiegato il sindaco Gino Marotta – Un modo per aiutare concretamente i cittadini in difficoltà, gli anziani che vivono soli. Tenevamo molto a questo servizio, già sperimentato nel nostro Comune negli ultimi anni con risultati straordinari”. “Il servizio di Telesoccorso – ha aggiunto Gianfranca Di Luca, la coordinatrice del Piano di Zona – consentirà di intervenire immediatamente in caso di necessità. Attraverso un apparecchio elettronico, l’utente potrà inviare un segnale di allarme alla centrale che, ricevuta la segnalazione, si attiverà tempestivamente”. Presso la sede del Comune di Celle di Bulgheria sarà possibile compilare la domanda e chiedere informazioni direttamente agli operatori del Piano di Zona il lunedì, il mercoledì e il venerdì mattina.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019