Champions League, la Feldi Eboli è nella storia: le volpi nella top 16 d’Europa

| di
Champions League, la Feldi Eboli è nella storia: le volpi nella top 16 d’Europa

La Feldi Eboli è tra le migliori 16 squadre d’Europa, raggiungendo il paradiso dopo aver attraversato l’inferno biancoverde della Prienai Area di Kaunas dove, in barba ai tifosi lituani e all’aggressività dei padroni di casa, i ragazzi di Salvo Samperi vincono per 2-7 e vincono il girone a punteggio pieno diventando la prima squadra campana e del Sud Italia a raggiungere l’Elitè Round della UEFA Futsal Champions League.

BOLGIA NEMICA – Gli avversari cercano subito di mettere la gara sul piano fisico e sul condizionamento psicologico, con l’aiuto del pubblico che fischia ogni azione delle volpi. Gli uomini di Samperi però hanno carattere e coraggio e trovano il vantaggio dopo 3 minuti con Guilhermao, servito da Venancio che batte velocemente una rimessa laterale servendo il numero 10 delle volpi. Ma passano pochi secondi e i padroni di casa trovano un fortunoso pareggio: Selucio nel tentativo di anticipare l’avversario tocca la palla all’indietro e batte Dalcin, è 1-1 dopo meno di 4 minuti. Fantecele poco dopo va di nuovo vicino al vantaggio ma è Lucas Braga, al primo gol europeo, a riportare avanti le volpi lanciandosi in un contropiede solitario e battendo con sicurezza Henrique. I tentativi di reazione dei padroni di casa vengono fermati da un sempre impeccabile Dalcin e solo un altro errore delle volpi spiana la strada al pareggio: Caponigro sbaglia in fase d’impostazione e Wepe firma il 2-2. Da qui la gara diventa molto fallosa, con i padroni di casa che ricevono una pioggia di ammonizioni tra futsaleri e staff in panchina, con interventi duri nei confronti dei ragazzi di Samperi. Inevitabilmente il Kaunas raggiunge il limite di falli e lo supera regalando così un tiro libero ai rossoblù. Sul dischetto si presenza Venancio e nonostante i tentativi degli avversari di metterlo in difficoltà mentalmente con una pioggia di fischi, il numero 5 rossoblù non sbaglia e riporta le volpi avanti per la terza volta. Si va a riposo sul 2-3 per le volpi.

PARADISO – Ad inizio ripresa inevitabile l’assalto dei rivali, che nonostante il gioco sporco della prima frazione non sono riusciti a portare a casa la pelle delle volpi nei primi 20 di gioco. Nella prima metà del secondo tempo i padroni di casa si dilettano in un possesso sterile senza creare occasioni pericolose, ma continuano gli interventi duri ai danni dei futsaleri rossoblù. Vista la scarsa produzione offensiva il tecnico del Kaunas decide di provare a tratti anche la carta del portiere di movimento ma anche questa non sembra sortire l’effetto sperato generando ancor più confusione nella già sterile mole di gioco dei verdi di casa. Nel momento di maggior pressione le volpi trovano la rete del 2-4 con Luizinho che intercetta un passaggio in fase d’impostazione della difesa e batte il portiere avversario. I lituani cercano la reazione ma i loro tentativi sono imprecisi o è Carlos Dalcin a calare la saracinesca sulla porta. Ad 8 minuti dal termine il Zalgiris schiera stabilmente il portiere di movimento in fase offensiva, con Guilhermao e Fantecele che in tandem hanno l’occasione per chiudere il match ma sprecano. La rabbia dei lituani cresce e a 7 dal termine Kaique Melo viene espulso per somma di ammonizioni. La Feldi Eboli approfitta subito della superiorità numerica e Guilhermao sotto porta firma il 2-5. Gli avversari non pungono e anzi si sgretolano e cadono sotto un nuovo colpo rossoblù firmato Luizinho che fa 2-6. Nel finale i verdi continuano a scalciare le volpi, superando il limite di falli e regalando un tiro libero a Fantecele che non sbaglia e sigla il definitivo fa 2-7.

CHE GIOIA! – Un girone vinto a punteggio pieno con ben 21 gol segnati in sole tre partite. Il tecnico delle volpi, Salvo Samperi, non trattiene la felicità per aver raggiunto un traguardo così importante: “Una buona partita, che abbiamo gestito alla grande soprattutto dal punto di vista mentale. Abbiamo saputo soffrire e credo che il passaggio del turno sia meritato. Mi è piaciuto il modo in cui abbiamo lottato, indice di una squadra che vuole crescere ancora ma ha anche grande consapevolezza. Ora festeggeremo naturalmente e poi appena tornati in Italia ci prepareremo a rituffarci in campionato. Una parola per sintetizzare questa settimana? Mi sono diverto!”

Dopo una serata storica come quella appena trascorsa, non poteva mancare il pensiero del presidente Gaetano Di Domenico, visibilmente emozionato e orgoglioso per il lavoro di tutta la sua società: “Dedico questa vittoria a tutti, famiglia, amici, agli amanti del futsal e a tutti gli ebolitani. Tutto lo staff da quello tecnico, alla squadra, allo team media abbiamo fatto un lavoro da Champions, se siamo qua è perchè l’anno scorso abbiamo fatto un lavoro strepitoso e questo è ciò che ci meritiamo. Abbiamo fatto il massimo e dimostrato a tutti che il futsal italiano c’è”

Una serata storica per la Feldi Eboli che da esordiente nella competizione vince il suo raggruppamento ed entra nell’elitè del futsal europeo dove potrà incontrare team del calibro di Barcellona, Benfica e Kairat. Il sorteggio dell’Elitè Round si svolgerà il prossimo 3 novembre e dall’urna di Nyon verranno fuori le nuove rivali europee delle volpi per un nuovo girone che si disputerà dal 22 al 27 novembre. Dai quattro gironi che si andranno a comporre, le prime classificate andranno a giocarsi in primavera le Final Four che decreterà la nuova regina d’Europa.


©Riproduzione riservata