Chiusura punto nascita Sapri, De Luca atteso a Villammare

0
255
Vincenzo De Luca, governatore della Campania

Questa mattina, venerdì, il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, dovrebbe raggiungere Villammare, unica frazione di Vibonati, località del golfo di Policastro, per prendere parte ad un incontro che avrà come tema principale l’erosione della costa del Cilento. L’appuntamento è fissato per le 10.30 all’hotel Royal ma, con molta probabilità, ad attendere De Luca, all’esterno della struttura, ci sarà una delegazione di cittadini del golfo, alcuni membri del comitato di lotta a difesa dell’ospedale di Sapri e le associazioni del territorio per chiedere delucidazioni in merito alla chiusura del punto nascita del nosocomio dell’Immacolata. Oltre al governatore, infatti, all’evento saranno presenti i sindaci del territorio, le associazioni ambientali e di commercio, le organizzazioni sindacali, i vertici del Consac, della Comunità Montana e della Provincia di Salerno, le autorità di Bacino, i consiglieri e gli assessori Regionali.

LE FOTO DEL CORTEO DI SAPRI

C’è chi non scommette proprio sulla presenza di De Luca oggi nel Basso Cilento; c’è chi invece ha già preparato le domande da porre all’ex sindaco sceriffo di Salerno. Fatto sta che il clima, nel golfo che confina con quel pezzettino di costa lucana, è molto teso. Il termometro è già diventato rosso giovedì mattina, quando, da piazza San Giovanni di Sapri, è partito un corteo di almeno duemila persone, che ha sfilato, protestato e manifestato contro la decisione del Governo. E oggi, caso ha voluto, arriva proprio chi, alla vigilia dell’appuntamento, aveva affermato che con «l’ammuina non si va da nessuna parte». Che poi, questo fatto della chiusura del punto nascita, si è trasformato in una patata bollente che scotta e di conseguenza rimbalza da un palmo all’altro. Di chi è la colpa? Si può lasciare un fetta di territorio così vasta senza un reparto di Neonatologia? La Regione cosa fa per evitare tutto questo? O, ancora, se le nascite sono inferiori alle 500 annuali, è giusto chiuderlo?

Queste, ad esempio, sono solo alcune delle domande alle quali, probabilmente, De Luca potrebbe essere sottoposto. Con i sindaci del comprensorio presenti, poi, si rischia che di erosione, a Villammare, oggi, nemmeno si parla.

©Riproduzione riservata

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here