Cilento: aiutiamo Bunny, il bassotto che rischia la paralisi

di Luigi Martino

Il grido d’aiuto arriva dal Cilento. Per essere precisi da Ascea dove Bunny vive da sei anni in compagnia della sua padrona, Angela. Che poi Angela tanto padrona non è. Possiamo definirla amica, mamma di Bunny. Le loro vite andavano avanti senza problemi quando qualche giorno fa, dopo un controllo dal veterinario, Bunny ha scoperto che rischia la paralisi a causa di alcuni problemi alle vertebre cervicali (foto in basso). Angela è caduto nello sconforto totale.

Ma un a speranza c’è: il cucciolo potrebbe essere sottoposto ad un’operazione. C’è un problema, il costo non è proprio accessibilissimo. Stiamo parlando di 2.500 euro più una risonanza magnetica da 900 euro. «Magari capisco il momento critico che stiamo affrontando un pò  tutti – dice Angela -. Quello che Bunny chiede è un piccolo contributo in regalo in modo che possa tornare a stare bene e ad inseguire le lucertole che è la cosa che ama tanto fare». Da qui l’idea di lanciare una raccolta fondi sul web. Basta raggiungere la cifra di tre mila euro per salvare Bunny da un destino assai complesso. Il link per le donazioni: https://gofund.me/e9cf8a19

©Riproduzione riservata