Cilento, evade per litigare con i vicini: finisce in cella

1867
I carabinieri durante un posto di blocco
Infante viaggi

Esce di casa, minaccia e aggredisce i vicini, ma era agli arresti domiciliari. La lite è costata cara a un pregiudicato di Agropoli che ora dovrà continuare a scontare la sua pena in carcere. I carabinieri della stazione di Agropoli hanno, infatti, dato esecuzione all’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal tribunale di Vallo della Lucania nei confronti di C.C., già colpito da misura cautelare degli arresti domiciliari.

Alcuni giorni fa l’uomo aveva iniziato a litigare per futili motivi con i vicini ed era uscito dall’appartamento che assolutamente non poteva lasciare, come prevede il regime di arresto a cui era sottoposto. Per placare gli animi, sono intervenuti i carabinieri che hanno riscontrato elementi utili all’aggravamento della misura cautelare in essere. C.C. è stato accompagnato nel carcere di Vallo della Lucania.

  • Petrolfer srl
  • Scait consulenza alle imprese

©Riproduzione riservata

  • Assicurazioni Assitur
  • Petrolfer srl