• Home
  • Cronaca
  • Cilento: green pass su whatsapp, così i giovani raggirano il sistema grazie al buco dei controlli

Cilento: green pass su whatsapp, così i giovani raggirano il sistema grazie al buco dei controlli

di Luigi Martino

Fatta la legge, trovato l’inganno. Nessun vaccino, nessun tampone. Nel Cilento, come anche in tante altre zone d’Italia, il Green pass viene chiesto in prestito ad amici e conoscenti e il gioco è fatto: l’accesso a ristoranti, bar, palestre e piscine è regolare e assicurato. Si tratta dell’ultima trovata per eludere i controlli dei gestori all’entrata dei locali hanno pensato di chiedere un QR code in prestito. Purtroppo niente di più semplice: ad aiutare, da un parte, la poca dimestichezza dei proprietari delle attività nella gestione efficace del controllo e della verifica, dall’altra il gran pasticcio del governo sulla questione privacy. Gli esercenti titolari di attività, infatti, come sottolineato a più riprese anche dal ministro degli Interni Luciana Lamorgese, non posso chiedere l’esibizione del documento d’identità da affiancare al certificato verde europeo. Ecco, dunque, che è semplice raggirare i controlli anche grazie alla falla che non permette il raffronto tra green pass e patente o carta d’identità o passaporto. Un vuoto normativo che – in parte – fa crollare l’efficacia del sistema per accedere alla maggior parte dei luoghi al chiuso e che tra qualche settimana potrebbe essere utilizzato anche per altro.

©Riproduzione riservata




A Cura di

Luigi Martino

Fagocito storie miste a facce intrise di granelli di vissuto. Non ho sangue, dentro scorre mare. Assumo pillole di tradizioni e m’incanto di fronte a occhi nuovi. Porto sul groppone il peso perenne di confezionare sempre cose belle. Litigo spesso con i pulsanti della mia Nikon e sono alla continua ricerca di «enciclopedie che camminano». Mentre corro dal mare alle colline del Cilento, sotto al braccio destro ho un Mac; sotto all’altro, invece, un quintale d’umiltà. A caccia di traguardi che si rinnovano in modo perpetuo, colleziono tramonti, ingurgito libri e immagazzino abbracci senza essere sfiorato. Giornalista per professione, video-fotoreporter per ossessione, racconto storie per necessità. Giornalista per professione. Fotografo per passione. Racconto storie per necessità.
Tutti gli articoli di Luigi Martino

© Giornale del Cilento - Gerenza

Iscrizione al Tribunale Vallo della Lucania n.580/2009 del 04.09.2019