Cilento, l’insegnante di sostegno che informa dalle pagine Facebook

2158
Infante viaggi

Nella vita di tutti i giorni è un insegnante di sostegno, che porta sul web quel bisogno naturale di dare un aiuto. Cosa vuol dire? Da una passione per i social e l’informazione sociale, alla creazione di pagine Facebook in cui sensibilizzare i cittadini sulle tematiche più importanti il passo è breve. Così Giovanni Vitale, insegnante di sostegno, 41 anni, di Casal Velino, ha realizzato degli spazi virtuali sui quali confrontarsi. Uno strumento per i suoi alunni, per i cittadini e per chiunque navighi su internet alla ricerca di informazioni utili.

«Le pagine realizzate hanno tutte lo scopo di offrire un servizio alla comunità: – spiega Vitale – quello di informare e sensibilizzare in merito a determinate tematiche i cittadini che ne fanno parte».

«Per quanto riguarda la pagina Comitato salute Cilento, essa nasce all’indomani dell’annuncio, da parte della regione Campania, di voler realizzare, a ridosso dei confini del Parco nazionale del Cilento e del centro urbano di Vallo Scalo, un mega impianto per il trattamento dell’organico, in un territorio non in emergenza smaltimento rifiuti, con la promessa, per la popolazione residente, di nuovi posti di lavoro. – continua – Era evidente , quindi, l’esigenza di informare con urgenza la comunità , di sensibilizzare, riavvicinare e riunire gli amanti di questa terra, in difesa di un territorio riconosciuto patrimonio dell’Unesco ma sottoposto ad un sempre più evidente degrado, minacciato continuamente da politiche discutibili. Detto ciò, come specificato nella stessa descrizione Facebook della pagina, questa deve essere considerata come luogo privilegiato dove potersi confrontare su tematiche emergenti riguardati la salute in genere, vedi anche definizione dall’OMS. Va considerata anche come luogo utile per denunciare atti di incuria e di degrado del territorio che meritano intervento da parte delle istituzioni».

«La pagina Fasce deboli invece ha come scopo quello di promuove qualsiasi realtà sensibile, dalle strutture alle attività, alle persone dedite al volontariato. La pagina è associata al sito internet, attualmente in working progress, dove a breve si potrà scaricare, per ogni provincia, un pdf contenente l’elenco aggiornato delle strutture/attivitá individuate come fasce deboli sensibili, ossia il tipo di servizi offerti e gli indirizzi google maps per raggiungerle». «Momenti nel Cilento è una pagina dedicata a tutti coloro che voglio scambiare informazioni utili per trascorrere degli indimenticabili, uscendo dalla solita routine. Nello specifico lo scopo è quello di favorire un turismo più sostenibile, promuovendo realtà ancora non note, sparse nel territorio cilentano, considerate dagli stessi visitatori meritevoli di essere condivise. Il meccanismo è semplice: – spiega – basta postare il nome della località/attività ( link google maps per raggiungerla), immagine o video in allegato e una breve descrizione del tipo di esperienza( gastronomica, balneare, escursionistica, culturale, ecc)». C’è poi “Elenco eccellenze campane”. «La pagina – spiega – è frutto di un progetto scolastico realizzato con gli alunni dell’Istituto alberghiero Ancel Keys di Castelnuovo Cilento. Il progetto ha fatto seguito a quello denominato “Lunga vita alla salute”, di cui esiste una pagina omonima e che è stato premiato al film festival di Giffoni Valle Piana dalla Regione Campania, ideatrice del concorso “Inventa il tuo Spot per diffondere una sana alimentazione”. Entrambe le pagine promuovono la cultura enogastronomica del territorio locale e campano, dalle ricette ai prodotti di eccellenza».

  • Vea ricambi Bellizzi

Un’idea nata negli anni. «Nasce dall’esperienza maturata in anni di docenza in giro per l’Italia, a stretto contatto con alunni provenienti da diverse realtà e con bisogni educativi diversi. Ho avuto la fortuna di maturare consapevolezze impensabili, difficili da racchiudere nelle pagine di un libro, molte delle quali si sono dimostrate utilissime anche in ambito personale e privato. – spiega Vitale, insegnante all’Istituto alberghiero di Vallo Scalo – Credo che la posizione privilegiata di docente di sostegno mi abbia aiutato molto, permettendomi di osservare in modo autentico quegli aspetti che davvero caratterizzano gli ambienti formativi. Con occhio di adulto e professionista del settore, continuo ancora ad analizzare quel sistema scolastico che ho vissuto prima da studente e che oggi ho il privilegio e l’onere di contribuire a rendere sempre più ottimale».

«Sicuramente, il successo al pari dell’insuccesso non è mai frutto del caso, in quanto i programmi scolastici rispondono solo in parte alle nuove richieste di formazione sia personali che della società. In questo quadro così complesso e dinamico mi sono convinto che forse il miglior modo per supportare un alunno in difficoltà sia quello di istruirlo nel modo più “discreto possibile” in merito ad opportunità di crescita personale e professionale». E conclude: «In tal senso la pagina facebook mi permette di farlo  offrendomi l’opportunità di far arrivare anche a quegli studenti che non incontrerò mai personalmente il mio contributo di esperienza di docente e di essere umano».

©Riproduzione riservata

assicurazioni assitur